Quotidiani locali

redondesco

Stalking alla ex fidanzata. Recidivo, va a processo

Redondesco. Mesi da incubo tra minacce, insulti e inseguimenti in auto. Su Facebook la diffamava e aveva pubblicato anche il suo numero di cellulare

REDONDESCO. La lezione sembra non averla proprio imparata. Con una condanna definitiva alle spalle, è tornato alla carica con la nuova fidanzata: minacce, insulti, inseguimenti, fino a diffamarla su Facebook, dove era arrivato perfino a pubblicare il numero di cellulare della giovane donna.

È di nuovo a processo per stalking, diffamazione e danneggiamento un 36enne di Redondesco (di cui non forniamo le generalità per tutelare la vittima).

Il suo avvocato, Luigi Medola, ha chiesto al Gup Gilberto Casari il rito abbreviato che si svolgerà il prossimo 5 ottobre.

I fatti risalgono ai primi mesi del 2012, quando la relazione tra i due era già arrivata al capolinea.

E sono cominciate le molestie, sempre più pesanti, tanto da spaventare oltre a lei anche i genitori. La giovane donna, secondo le accuse, era costretta a modificare orari e abitudini quotidiane per evitare i pedinamenti e gli inseguimenti in macchina. Ma non si è fermato qui: ha voluto rendere noto al mondo il suo astio verso l’ex fidanzata con post di insulti su Facebook.

Ha pubblicato il suo numero di cellulare invitando altri uomini ad offrirsi per farle compagnia. «Un’opera di volontariato», l’ha definita. Il 36enne deve rispondere anche del reato di danneggiamento: ha divelto la targa con il cognome che era sul citofono della ex ed è andato in paese a vantarsi dell’impresa, annunciando l’intenzione di lanciarla nel cortile di una casa disabitata di Redondesco, come segno di sfregio. Detto e fatto.

Per l’imputato, recidivo, potrebbe arrivare una brutta batosta.

 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro