Quotidiani locali

porto mantovano

Bosco dei nuovi nati, la vendita non si ferma

Il consiglio boccia la mozione presentata dalle minoranze.  Protesta delle opposizioni: «C’erano i soldi in cassa per evitare l’operazione»

PORTO MANTOVANO. Il consiglio comunale ha bocciato ieri sera la richiesta, presentata dalle opposizioni, di fermare la vendita del cosiddetto “Bosco dei nuovi nati”. La maggioranza guidata dal sindaco Massimo Salvarani ha spiegato che la decisione presa salvaguarda sia la volontà di reinvestire il ricavato della vendita nella sistemazione dell’area Polivalente del Drasso park, valorizzando uno spazio utilizzato dalle associazioni e dai cittadini, sia la stessa idea di destinare un’area per piantumare un albero ad ogni nato dell’anno perché lo spostamento dell’area, non la sua cancellazione, troverà spazi più ampi degli attuali per proseguire con l’iniziativa.

Le opposizioni, forti di una raccolta di 700 firme di cittadini contrari alla vendita, hanno ribadito che l’operazione è sbagliata, mostrando che, dati alla mano, della cifra derivante dalla vendita si potrebbe fare a meno. Nella legge di bilancio del 2018 vengono assegnati agli enti locali italiani spazi finanziari per escludere le spese di investimento dai calcoli del pareggio di bilancio, per una cifra di 900 milioni. Si concede, insomma, la possibilità di finanziare con avanzo di bilancio la spesa per opere pubbliche.

Gli investimenti così liberati possono essere indirizzati all’edilizia scolastica (400 milioni), a interventi di nuova costruzione o di adeguamento antisismico, agli impianti sportivi (100 milioni) o ad altri investimenti (400 milioni). Il Comune ha richiesto spazi finanziari e quindi la possibilità di spendere per opere pubbliche, un milione e 625mila euro e tale cifra è stata concessa.

«Questi soldi così liberati, autentica manna per il bilancio del Comune e mai avuta dalle precedenti amministrazioni, che da sempre sono state bloccate nella spesa dal rispetto del patto di stabilità – ha detto il consigliere di minoranza Giampaolo Voi – verranno investiti per 125mila euro per il miglioramento sismico dell’asilo nido di via Foscolo, altri 40mila euro per lo stesso motivo per la palestra di via Einaudi, 260mila per coprire con il sintetico l’attuale campo sportivo in sabbia, situato presso i campi sportivi a Ca’ Rossa. Quindi un milione e 200mila euro è libero e si può destinare ad investimenti».

«A questo punto, visto che ora i soldi ci sono, perché non più bloccati – ha proseguito Voi – chiediamo all’amministrazione, in forza anche delle settecento firme raccolte, l’immediata revoca del bando per la vendita dell’area del “Bosco dei nuovi nati”, con il quale vuole introitare poco più di un milione di euro, da destinarsi principalmente alla costruzione della sala polivalente con servizi e cucine al Drasso Park». Il voto finale ha però bocciato la proposta.



TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro