Quotidiani locali

VILLIMPENTA

I genitori difendono la maestra

Bimbo dimenticato in castigo, quaranta firme per esprimere solidarietà all’educatrice

VILLIMPENTA. Una lettera, corredata da quaranta firme, per esprimere solidarietà alla maestra della scuola materna “Maria Ausiliatrice” di Villimpenta. La vicenda è quella del bimbo di quattro anni mandato in castigo in una stanza vicina a quella utilizzata per le normali attività didattiche e dimenticato dalla maestra per alcune ore. Una situazione che aveva creato momenti di apprensione all’arrivo dei genitori del piccolo e che si era risolta con una telefonata all’educatrice protagonista dell’episodio.

Nella lettera non si nega «una negligenza oggettiva dell’educatrice». In un altro punto si parla di «sbavatura professionale». La difesa dell’insegnante, però, è senza se e senza ma. «Tutti noi siamo fallibili, mentre dagli altri si pretende sempre l’infallibilità. Spaventa la risolutezza con la quale si rischia di cancellare l’operato di una professionista. Non condividiamo un’intransigenza precipitosa quando applicata ad una figura che dimostra quotidianamente efficienza, professionalità e intelligenza».

I genitori spostano, dunque, l’attenzione dall’episodio di lunedì all’operato quotidiano della maestra sul posto di lavoro. «Affidare il proprio bambino alla sorveglianza di una persona che non è il genitore rappresenta sicuramente un atto di fede che presuppone una stima profonda nei suoi confronti. Stima che raddoppia quando, alla custodia del bambino, si aggiunge il ruolo educativo. Si tratta della figura più autorevole agli occhi del bambino dopo i genitori ed è insostituibile in una società che vede entrambi i genitori al lavoro».

Un messaggio di vicinanza all’insegnante arriva anche dal padre del bimbo coinvolto nella vicenda. «Un imprevisto che può accadere. La comunità tutta ripone totale stima e fiducia nelle maestre serie, competenti, amorevoli ed affidabili che ci lavorano. Ogni giorno mettono il cuore e l’impegno a servizio di tutti per arricchire il nostro tesoro più grande: i bambini».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro