Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
sanità e lavoro

Mantova: infermieri in sciopero, venerdì di paralisi al Poma

Adesione totale ai Poliambulatori e nel blocco operatorio, centinaia di pazienti rispediti a casa: scoppia la rabbia

MANTOVA. «Ci dispiace ma oggi gli infermieri sono in sciopero e le visite sono tutte sospese». È un disco rotto quello che venerdì mattina centinaia di pazienti hanno dovuto ascoltare agli sportelli dei Poliambulatori del Carlo Poma. Disagi anche negli altri ospedali di provincia, seppur più contenuti.

Al Poma, al padiglione numero 5, dove sulla porta è stato affisso un cartello con la scritta “Oggi (venerdì, ndr) possibili disagi per lo sciopero degli infermieri”, c’è stata un’adesione quasi totale alla protesta indetta dai sindacati Nursing Up e Nursind contro i contenuti del contratto di lavoro del comparto sanità.

E i disagi per gli utenti sono stati notevoli. Quasi tutti hanno dovuto fare dietrofront con il foglio della prenotazione in mano e tornare al centro unico di prenotazione per farsi assegnare una nuova data. Dalla direzione dell’ospedale, però, fanno sapere che le prenotazioni non sono state annullate e che tutti i pazienti che avevano un appuntamento ieri mattina saranno ricontattati per fissare una nuova data ravvicinata.

leggi anche:



Ma pazienti e loro accompagnatori non hanno gradito il disservizio e momenti di rabbia e indignazione non sono certo mancati. Alle 11.35 una pensionata di 89 anni in carrozzina esce dalla porta dei poliambulatori con il volto scuro. L’accompagna la figlia: «Dovevamo fare una visita per il piede diabetico. Siamo di San Giorgio e ora stiamo andando al Cup per fare una nuova prenotazione. Certo il disagio per noi è notevole».

Disappunto anche nella sala d’attesa, dove un pensionato dei 71 anni di Marmirolo che tre giorni fa ha fatto una colica doveva essere sottoposto ad una visita per colicisti. «Non sto quasi in piedi e siamo dovuti tornare al Cup. Ci avevano assegnato una nuova visita per lunedì ma io non sto affatto bene, quindi abbiamo ripiegato sulla libera professione e ci hanno detto di tornare domani mattina, però a pagamento».

A conti fatti sono stati circa una decina gli ambulatori che ieri mattina avevano la porta chiusa. Praticamente quasi tutti. Solo al primo piano si è intravisto qualche infermiere: «Noi ci siamo – precisano – anche se la maggior parte ha aderito alla protesta». Una ragazzina di 11 anni ha dovuto saltare la scuola per una visita oculistica: «E quando siamo arrivati qui – racconta la madre – abbiamo trovato questa bella sorpresa. Ma non perché non si sia potuto avvisare prima che c’era uno sciopero».

È arrabbiata anche una pensionata di Borgo Virgilio che aveva appuntamento per una visita cardiologica: «Mi sono fatta accompagnare in auto e adesso devo subito richiamare per farmi venire a prendere. Non ci siamo, così non si può andare avanti. Stamattina c’erano tantissimi anziani e il disagio per noi è doppio». Ieri mattina stop anche alla sale operatorie, dove l’assenza degli infermieri ha provocato la sospensione e il rinvio delle operazioni programmate. Ovviamente una quota minima di personale nelle linee dell’urgenza era stata precettata e dunque tutti i casi non rinviabili sono stati affrontati. Tutti al lavoro, ad esempio, al pronto soccorso, in rianimazione e in dialisi e le urgenze sono state garantite grazie al contingente minimo.

«L’adesione degli infermieri allo sciopero – dicono dalla direzione sanitaria – è stata davvero massiccia, tanto che negli ultimi anni non ricordiamo una partecipazione così elevata. Hanno praticamente aderito tutti quelli delle sale operatorie e dei poliambulatori. Per quanto riguarda invece i pazienti oncologici e quelli che non erano in grado di camminare sono stati visitati nei reparti. Ieri pomeriggio un’infermiera si è presentata al lavoro e dunque siamo stati in grado di erogare le prestazioni ambulatoriali. Il blocco al padiglione 5 è stato quindi di mezza giornata».

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro