Quotidiani locali

castelbelforte 

Rifiuti: via libera del consiglio a Mantova Ambiente

CASTELBELFORTE. «Noi ve lo avevamo detto» e «Meglio tardi che mai» potrebbero essere le frasi fatte che sintetizzano la discussione nell’ultimo consiglio sull’affidamento a Mantova Ambiente del...

CASTELBELFORTE. «Noi ve lo avevamo detto» e «Meglio tardi che mai» potrebbero essere le frasi fatte che sintetizzano la discussione nell’ultimo consiglio sull’affidamento a Mantova Ambiente del servizio di raccolta rifiuti dopo la revoca dell’appalto ad Adigest per inadempienze. Delibera approvata con l'astensione della minoranza e dell'ex assessore Vanni Mantovanelli. «Da marzo - ha spiegato il sindaco Massimiliano Gazzani - partirà il servizio con Mantova Ambiente visto che tra le funzioni associate che abbiamo con Roverbella c’è anche questo servizio. Abbiamo scelto l’opzione più vantaggiosa per il costo del porta a porta, anche se non mi entusiasma, che inizierà da settembre». Ha aggiunto che il revisore dei conti ha suggerito, «e noi lo faremo», di chiedere un parere di legittimità alla Corte dei Conti per l'assegnazione diretta del servizio». La durata dell’appalto sarà di nove anni. Secondo Fabrizio Sgarbossa, se si fosse ascoltata la minoranza il problema si sarebbe affrontato già da tempo «e saremmo arrivati a una soluzione più idonea. Si raggiungerà il 65 per cento di differenziata come prevede la legge, ma con molto ritardo anche se siamo ancora sub judice per il parere della Corte dei Conti». Mentre per Enrico Graziati (capogruppo di minoranza) si è trattato di una scelta obbligata ma non strategica, per Vanni Mantovanelli è stato invece un fallimento politico del sindaco. «E’ vero che siamo tra gli ultimi nella differenziata ma abbiamo anche la tariffe più basse della provincia nonostante le vostre critiche - ha osservato il sindaco - anche se il servizio non è dei migliori». (l.f.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro