Quotidiani locali

carbonara

Fanno sparire merce per 590mila euro

Carbonara di Po. Tre amministratori di una società a processo per bancarotta fraudolenta 

CARBONARA DI PO. Tre amministratori di una società poi fallita sono a processo per bancarotta fraudolenta documentatale e distrattiva. Si tratta di Raffaele Capuano, 58 anni di Padova, Carlo Serafino Valenti, 75 anni, di Monasterolo del Castello in provincia di Bergamo e infine Maurizio Zamblera, 67 anni, di Casazza in provincia di Bergamo.

Nel 2003 avevano costituito a Carbonara la società Natura Fruit srl per commercializzare la frutta e avevano preso in gestione un magazzino. Ebbene, secondo le indagini effettuate dalla Guardia di Finanza e i successivi controlli del curatore fallimentare, è emerso che erano stati fatti sparire i beni facenti parte del patrimonio sociale che sarebbero serviti a pagare i creditori.

Beni per un valore che supera i 590mila euro, costituiti da merce di vario tipo, oltre ad attrezzature e macchinari che non erano stati indicati nelle giacenze di magazzino. Inoltre, per non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari, hanno distrutto o fatto sparire i libri e le scritture contabili.

Nel corso dell’udienza del 26 febbraio si sono avvicendati davanti ai giudici diversi testimoni e tra questi alcuni fornitori.

Questi ultimi hanno raccontato di essere stati pagati alla prima consegna ma poi di aver consegnato merce senza più vedere il becco di un quattrino. In un caso, dopo aver pagato una prima consegna di 2mila euro, avevano lasciato un insoluto di 60mila euro.

Quando alcuni di loro sono arrivati a Carbonara per parlare personalmente con il titolare della ditta hanno trovato solo una scatola vuota. La sentenza nei loro confronti sarò emessa l’11 giugno prossimo. (gol)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro