Quotidiani locali

cronache di scienza e ambiente

Il lato oscuro della crescita economica: all’aumento del Pil, aumentano i casi di cancro

Gli stili di vita occidentali e il degrado della qualità ambientale associati alla crescita economica influiscono negativamente sulla salute dei cittadini, tanto che numero di nuovi casi di tumore in un anno cresce all’aumentare del reddito pro capite

MANTOVA. Lo sviluppo economico e tecnologico ha senza dubbio migliorato le condizioni materiali dei paesi più ricchi, ma c’è un prezzo da pagare. Un team di ricercatori dell’Università di Pisa ha infatti evidenziato una relazione tra incidenza tumorale e Prodotto Interno Lordo pro capite. A partire dalla rivoluzione industriale, lo sviluppo economico ha via via degradato l’ambiente naturale ed introdotto nella nostra vita un complesso mix di sostanze inquinanti, almeno in parte cancerogene. Parallelamente la società si è modificata, esponendoci a diversi fattori di rischio come fumo, consumo di alcol, scarsa attività fisica, obesità e dieta povera di frutta e verdura. L’effetto di queste alterazioni nel rapporto uomo-natura è sempre più evidente.

Il degrado ambientale ed il cambiamento degli stili di vita legati allo sviluppo economico giocano un ruolo fondamentale per spiegare la relazione tra crescita del PIL e l’incremento dei nuovi casi di cancro, secondo i ricercatori. Ad esempio, i casi di tumori al polmone sono in crescita sebbene il numero dei fumatori sia in diminuzione: molto probabilmente colpa allora dell’inquinamento dell’aria.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica “Ecological Economics”, è molto attendibile, perché si basa sull’enorme database dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità): 122 paesi in tutto il mondo (Italia compresa)  e otto tipologie di tumori. Non a caso, lo studio mette in luce le differenze tra le forme tumorali più comuni nei paesi più poveri  e in quelli più ricchi: solo nel secondo caso sono più frequenti quelle legate a cause ambientali.

Secondo un’ idea diffusa il trend di crescita dei tumori è da attribuirsi al progressivo invecchiamento della popolazione ed al miglioramento delle tecniche diagnostiche. Questa spiegazione appare ora molto riduttiva: i casi di tumore aumentano anche per gli effetti negativi di una crescita economica non basata su uno sviluppo sostenibile e che non tiene conto della salute umana. Le implicazioni sono molto importanti: tocca ora alle politiche economiche e sociali adottare le opportune misure per tutelare la nostra salute.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro