Quotidiani locali

marcaria

In arrivo il nuovo nido. Opera da mezzo milione

Marcaria. L’asilo sarà ricavato nelle ex elementari di San Michele in Bosco. Pronti 350mila euro per la riqualificazione di viale Monsignor Benedini

MARCARIA. Il nuovo asilo nido, uffici scolastici e una sala civica nelle ex scuole elementari di via Oglio a San Michele in Bosco.

L’amministrazione guidata da Carlo Alberto Malatesta continua nella sua opera di recupero e riqualificazione degli edifici comunali presenti sul territorio. Dopo la realizzazione dello studio di fattibilità, la prossima fase è la redazione del progetto definitivo. Il costo dell’opera dovrebbe aggirarsi attorno ai 550mila euro. Circa il 60% sarà coperto grazie ad un bando, per la parte restante, 120mila euro, il Comune accenderà un mutuo. L’idea è quella di ricavare al piano terra il nuovo asilo nido, al momento ospitato in locali della parrocchia. Al piano superiore saranno realizzati uffici per il personale scolastico e una sala civica a disposizione della comunità. Il cantiere si aprirà nel 2019.

«I numeri dei bimbi iscritti al nido sono in continuo aumento - spiega il sindaco Carlo Alberto Malatesta -. Per questo abbiamo pensato di riqualificare le vecchie elementari e creare un luogo ottimale. Il nostro impegno è quello di evitare che le strutture comunali vadano in rovina. Puntiamo a recuperarle, in particolare quelle delle frazioni, per le quali abbiamo un occhio di riguardo».

Partirà, invece, già nel 2018 la totale riqualificazione di viale Monsignor Benedini, arteria che collega il cuore del paese con la stazione ferroviaria. Un intervento da 350mila euro, che l’amministrazione si augura possa essere coperto al 100% da un bando sulla sicurezza.

La via al momento presenta numerose problematiche: marciapiedi sconnessi, buche nell’asfalto, assenza di attraversamenti pedonali.

Da qui, la volontà di mettere in atto un radicale restyling. I marciapiedi verranno rifatti completamente, si interverrà sugli accessi carrai alle abitazioni ormai deteriorati e saranno consolidati e ripristinati i pozzetti. Saranno sostituiti gli alberi presenti. Questi, cresciuti storti, hanno progressivamente invaso negli anni la sede stradale e il marciapiede. Verranno realizzate, inoltre, delle aiuole.

La linea di illuminazione pubblica, che al momento è aerea, verrà interrata in una tubazione sotterranea. Previsto il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale. Infine, saranno ricavati alcuni attraversamenti pedonali lungo l’intero viale, in particolare all’altezza delle intersezioni con le vie secondarie.

I cordoli saranno ribassati in modo da eliminare il problema delle barriere architettoniche.

Matteo Sbarbada
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro