Quotidiani locali

MOGLIA 

L’Airc al lavoro col Policlinico di Modena

MOGLIA. Medici e i ricercatori del Policlinico di Modena sono stati ospiti, nei giorni scorsi, dell’Airc sezione di Moglia. Nel corso di un’apericena che si è svolta all’Ecomuseo delle Bonifiche sono...

MOGLIA. Medici e i ricercatori del Policlinico di Modena sono stati ospiti, nei giorni scorsi, dell’Airc sezione di Moglia. Nel corso di un’apericena che si è svolta all’Ecomuseo delle Bonifiche sono stati trattati temi complessi come la "Medicina di precisione in Oncoematologia". Il loro quotidiano impegno, reso possibile anche grazie all'aiuto delle persone che hanno scelto di donare e sostenere associazioni come la l’Airc, ha portato il Centro oncologico modenese a divenire un polo di eccellenza a livello mondiale. Dopo il saluto del sindaco Simona Maretti e della presidente della associazione Albertina Capisani, è intervenuto Stefano Sacchi, originario di Moglia e ricercatore dell'università di Modena e Reggio Emilia, che ha spiegato alcune applicazioni di ricerca da lui seguite, quindi Leo Traldi ha spiegato alcune delle innovazioni apportate al centro di ricerca oncologica di Modena. A seguire è intervenuta Stefania Bettelli che concretamente utilizza questa nuova tecnologia per la diagnosi e la cura di certe malattie tumorali. Presenti in sala altri ricercatori come Antonio Maiorana, direttore del laboratorio di Anatomia patologica del policlinico di Modena. L'associazione Mantovana per la ricerca sul cancro di Moglia ha visto il suo allargamento anche a Suzzara con una nuova sede. Info: amrcmoglia@gmail.com. (m.p.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro