Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
san martino-sabbioneta

Blitz in due laboratori cinesi: sanzioni per 55mila euro

I carabinieri rilevano diverse irregolarità e trovano due lavoratori in nero: scattano le denunce

SAN MARTINO DALL'ARGINE-SABBIONETA. Due lavoratori in nero e diverse irregolarità  sono il risultato di un doppio blitz eseguito dai carabinieri in due aziende tessili gestite da cittadini cinesi nei Comuni di San Martino dall’Argine e Sabbioneta nella mattinata del 28 febbraio. 

L’operazione è stata condotta dai carabinieri di Viadana e della Compagnia di Castiglione delle Stiviere, in collaborazione con i colleghi dell’Ispettorato del lavoro di Mantova, dal personale dell’Inps di Mantova, dall’Ats Valpadana di Viadana, dell' ufficio tecnico dei due Comuni.

Ammontano a circa 45mila euro le sanzioni a carico dell'azienda di Sabbioneta, il cui titolare è stato denunciato a piede libero per l’installazione abusiva di un impianto di videosorveglianza e per aver sfruttato il lavoro di un cittadino straniero non regolarmente assunto. Violazioni che al titolare sono costate anche la sospensione dell'attività.

Ammontano a 10mila euro le sanzioni a carico dell’azienda di San Martino dall’Argine, dove i carabinieri hanno denunciato a piede libero il titolare di un’impresa edile che stava effettuando lavori all’interno del magazzino impiegando un lavoratore in nero. Gli uffici tecnici dei due Comuni e l’Ats stanno invece valutando eventuali violazioni rispetto a modifiche edilizie non autorizzate, l’igiene e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Vivo apprezzamento esprime il comandante provinciale dei carabinieri, Fabio Federici, sottolineando come il lavoro nero determini una drammatica alterazione del mercato, a svantaggio delle aziende oneste che rispettano le leggi e la dignità dei lavoratori.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro