Quotidiani locali

Tentò il furto in casa: dieci mesi

Curtatone. Si giustifica con il giudice: volevo prendere i fiori per il cimitero

CURTATONE . Finito a processo per un tentativo di furto all’interno di un’abitazione così si è giustificato davanti al giudice: «Non volevo rubare, ma solo prendere dei fiori per portarli sulla tomba di un parente».

Una scusa che, per quanto originale, non ha retto. Aldo Gabrieli, 36 anni di Mantova, è stato condannato a dieci mesi di reclusione e 250 euro di multa.

I fatti risalgono al gennaio di tre anni fa quando l’uomo, dopo aver scavalcato la recinzione, si è introdotto all’interno del giardino di un’abitazione di via XX Settembre a Curtatone. La sua intenzione era quella di penetrare all’interno dell’appartamento e far man bassa di denaro e oggetti preziosi, ma è stato sorpreso dalla padrona di casa, un’ottantenne, che, picchiando sulla finestra, l’ha fatto fuggire. Le indagini fatte dai carabinieri hanno portato alla sua identificazione. L’uomo è così finito davanti al giudice Enzo Rosina, che l’ha condannato a dieci mesi di reclusione. Gabrieli, che risiede in via Learco Guerra, ha già avuto altri guai con la giustizia. Il 10 gennaio di quest’anno era stato condannato a tre anni di reclusione per un furto commesso a Rodigo.(gol)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro