Quotidiani locali

In due assolti dalla bancarotta fraudolenta

Erano finiti a processo con l’accusa di bancarotta fraudolenta e documentale. Ieri mattina il collegio di giudici, presieduto da Enzo Rosina, li ha assolti perché il fatto non sussiste. Si tratta di...

Erano finiti a processo con l’accusa di bancarotta fraudolenta e documentale. Ieri mattina il collegio di giudici, presieduto da Enzo Rosina, li ha assolti perché il fatto non sussiste. Si tratta di Bruno Baraldi, settant’anni, originario di Mirandola e Federico Lanfranchi, residente a Cazzano Sant’Andrea in provincia di Bergamo. Baraldi, in qualità di legale rappresentante della società Rimaplast srl con sede a Magnacavallo alla data del fallimento della stessa, e Federico Lanfranchi in qualità di cogestore e amministratore unico della Poliplast spa e della nuova Rimaplast srl, secondo l’accusa benché consapevoli dello stato di dissesto della società distraevano fondi facenti parte del patrimonio sociale, rendendo impossibile la documentazione contabile. Ma per i giudici tutto ciò non è stato provato e sono stati quindi assolti.

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro