Quotidiani locali

Vai alla pagina su Elezioni politiche 2018
La parola passa a 305mila mantovani: lunghe code ai seggi
elezioni

La parola passa a 305mila mantovani: lunghe code ai seggi

Oggi si vota dalle 7 alle 23 sia per le Politiche che per le Regionali. Alle 12 affluenza al 20,22% per le regionali

 

MANTOVA. Dopo fiumi di parole e di promesse mirabolanti distribuiti in una lunghissima campagna elettorale, tocca ai cittadini. Oggi 4 marzo si vota dalle 7 alle 23 sia per le Politiche che per le Regionali. La Prefettura ha comunicato che a mezzogiorno avevano votato per le regionali 66.152 elettori in provincia (7.664 in città) per un'affluenza del 20,22% (19,81% in città). Non ancora disponibile il dato per le politiche.

Nella mattinata di oggi ci sono state lunghe code ai seggi: la procedura di verifica si è rivelata molto lunga. Ieri pomeriggio sono stati allestiti i seggi nelle 375 sezioni elettorali sparse per la provincia (46 sono a Mantova). Un esercito di presidenti, scrutatori e rappresentanti di liste è pronto, assieme alle forze dell’ordine, per garantire la regolarità delle operazioni di voto.

ELETTORI. Al voto per rinnovare la Camera dei deputati saranno chiamati 305.687 mantovani. Di questi, 283.878, avendo superato la soglia dei 25 anni d’età, voteranno solo per il Senato. Le donne superano di gran lunga gli uomini: 157.346 contro 148.341 per la Camera, 146.891 contro 136.987 per il Senato. A scegliere, invece, il candidato governatore della Lombardia saranno 327.109 elettori (159.139 maschi e 167.962 femmine). Il numero diverso di elettori tra Politiche e Regionali dipende dagli italiani residenti all’estero. Mentre per Camera e Senato coloro che sono registrati nell’elenco Aire votano nei rispettivi paesi di residenza, per la Regione devono rientrare in Italia e votare nei Comuni nelle cui liste elettorali sono iscritti.
 

SCHEDE. Alle urne i mantovani, che dovranno presentarsi muniti di tessera elettorale e di un documento di d’identità, riceveranno tre schede: una rosa per la Camera, una gialla per il Senato e una verde per la Regione. Nell’edizione di ieri la Gazzetta ha spiegato come si fa a votare per le Politiche. Basta mettere una croce sul nome del candidato all’uninominale, oppure sul simbolo della lista a lui collegato oppure sia sul candidato che sul simbolo. Non è possibile il voto disgiunto. Sistema, invece, che è consentito per le regionali. E così, sulla scheda verde si può barrare il nome di un candidato governatore e il simbolo di una lista che non è a lui collegata. Nella tabella a fianco viene illustrato il sistema di voto per il Pirellone. Mentre per Camera e Senato non bisogna esprimere preferenze (i nomi dei candidati al plurinominale che partecipano alla distribuzione dei seggi in maniera proporzionale sono già scritti sulla scheda), per la Regione è possibile dare due preferenze scrivendo sulla scheda i nomi dei candidati. Attenzione: se si danno due preferenze i candidati devono essere un uomo e una donna; se sono dello stesso sesso la scheda verrà annullata.

COLLEGI. La provincia è stata suddivisa in due collegi uninominali (Mantova e Suzzara) per quanto riguarda la Camera, e in un unico uninominale per il Senato che è la somma territoriale dei due della Camera. Per la Regione, invece, la circoscrizione è unica. Ciò significa che mentre la scheda per il Senato e per la Regione saranno uguali in tutti i Comuni, quelle per la Camera varieranno a seconda del collegio.
 

ANTIFRODE. La novità è il codice antifrode che compare sulla scheda e serve per evitare brogli. Si tratta di un codice alfanumerico che identifica la scheda consegnata dal presidente di seggio all’elettore. Il quale, una volta uscito dalla cabina, non dovrà riporre la scheda nell’urna, ma riconsegnarla al presidente affinchè controlli che il codice coincida con quello che aveva annotato prima di consegnarla all’elettore.

SPOGLIO. Chiuse le urne, si passerà subito allo spoglio delle schede. Prima si scrutineranno quelle per il Senato, poi quelle per la Camera. Il conteggio dei voti, ordine del Viminale, dovrà proseguire senza pause: questo perché, tassativamente, domani alle 14 dovrà iniziare lo scrutinio per le Regionali.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro