Quotidiani locali

Via ai lavori per la chiesa Appalto da 2,6 milioni

Moglia. Entro la fine del mese aprirà il cantiere per San Giovanni Battista Il bando vinto da Bottoli, Alchimia Laboratorio di Restauro e Resin Proget

La Diocesi di Mantova ha aggiudicato definitivamente al raggruppamento di imprese formato da Bottoli Costruzioni, Alchimia Laboratorio di Restauro e Resin Proget, la gara per il consolidamento ed il restauro della Chiesa di Moglia. L'importo a base d'asta di circa 2,6 milioni, ha come obiettivo il recupero della chiesa San Giovanni Battista, uno dei luoghi di culto maggiormente danneggiati dal sisma del 2012. I lavori inizieranno questo mese, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, e dureranno circa 2 anni. Durante la ristrutturazione saranno continuamente verificate tutte le condizioni con le migliori tecniche per rendere più sicuro il risultato finale.

Anche dopo aver terminato i lavori verranno ulteriormente eseguite verifiche che simulano una scossa sulla struttura con una serie di sensori per capire la reazione e poter confermare o correggere gli interventi. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Simona Maretti : «Finalmente è arrivata un'altra buona notizia, dopo l'apertura del cantiere per il recupero del municipio, a breve partono i lavori per restaurare la chiesa. La ricostruzione avanza».

Inizialmente, con l'ordinanza 264 del novembre 2016, era stato approvato il progetto di ripristino della parrocchia di San Giovanni Battista di Moglia, per il recupero funzionale della chiesa parrocchiale, il cui importo complessivo ammonta a 3,5 milioni, di cui 3,1 a carico del commissario delegato e 352mila 698 a carico della diocesi. La medesima ordinanza prevedeva anche l'approvazione dello schema di convenzione tra struttura commissariale e diocesi nella quale sono state stabilite regole e modalità per la realizzazione del progetto.

La chiesa di Moglia risale a tempi non ben definiti, ma individuabili nel XV secolo. La chiesa di quel tempo era dedicata a San Prospero, presente già nel 1400. La sua trasformazione in parrocchia è avvenuta attorno al 1490. Nel 1772-76 passò a proprietà privata, fu abbandonata per trasferirla altrove, successivamente demolita. La nuova chiesa, ad una navata, dedicata a San Giovanni Battista, venne elevata a parrocchia attorno al 1598 e portata da una a tre navate nel 1749 circa. Con la edificazione della nuova chiesa, la parrocchia si trasformò in prevostura.

Lo stile del monumento è quello barocco-rinascimentale, luminoso e accogliente. Da alcuni anni era stato rifatto il tetto di tutta la chiesa. La cappella laterale sinistra dell'Assunta era stata pienamente recuperata. Da quasi 6 anni, la chiesa è chiusa per i danni provocati dal terremoto.

Mauro Pinotti

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro