Quotidiani locali

mantova

Il Lambrusco si conferma leader

In vetta nelle vendite. A Vinitaly vetrina per dieci marchi della nostra provincia

MANTOVA. Il Lambrusco è uno dei vini più venduti nei supermercati lombardi nel 2017. È quanto emerge dalla ricerca sui consumi di vino nella grande distribuzione elaborata dall’istituto di ricerca Iri per Vinitaly, il salone internazionale del vino che si terrà a Verona dal 15 al 18 aprile.

E proprio al Vinitaly il Lambrusco mantovano sarà rappresentato con la partecipazione di tre cantine che di questo vino, di qualità crescente e sempre più apprezzato anche all’estero, hanno fatto il loro prodotto di punta: le Cantine Lebovitz di Governolo, la Cantina sociale di Quistello, le Cantine Virgili di Mantova. Insieme a loro, parteciperanno al Vinitaly nel padiglione Lombardia, che accoglie oltre 200 produttori vitivinicoli della regione, la Cantina dei colli morenici di Ponti sul Mincio, l’Azienda Bertagna di Cavriana, il Consorzio Vini mantovani, la Cantina Gozzi di Olfino di Monzambano, la Cantina Reale di Boselli di Volta Mantovana, la Tenuta Maddalena di Volta Mantovana e Ricchi di Monzambano. In vetrina a Verona, ma negli spazi del Veneto, anche la Prendina di Monzambano, mentre Cattani di Cavriana parteciperà alla rassegna con il Consorzio del Lugana.

Con il lambrusco, tra i vini più venduti nei supermercati e negli ipermercati dalla Lombardia ci sono Barbera, Bonarda, Chianti, Montepulciano d’Abruzzo. A livello nazionale, sempre nel 2017, gli italiani hanno scelto, invece, i vini bianchi fermi, categoria che nel Mantovano si sta facendo strada soprattutto sui colli, i vini a denominazione d’origine, i vini regionali e gli spumanti secchi. Per quanto riguarda i canali d’acquisto, hanno comprato 648 milioni di litri di vino nella grande distribuzione, per un valore vicino ai 2 miliardi di euro (1 miliardo e 849 mila milioni di euro), discount compresi.

Tra i vini i cui acquisti crescono a doppia cifra ci sono Grillo (Sicilia), Primitivo (Puglia), Ortrugo (Emilia Romagna), Ribolla (Friuli Venezia Giulia), Valpolicella Ripasso (Veneto), Cortese (Piemonte), Passerina (Marche), Chianti Classico (Toscana), Cannonau (Sardegna), Pecorino (Abruzzo/Marche), Falanghina (Campania). Ma i campioni assoluti rimangono Lambrusco (Emilia Romagna/Lombardia), Chianti (Toscana), Montepulciano d'Abruzzo (Abruzzo). In forte crescita le vendite di vino e spumante biologico, che superano i 4 milioni di litri venduti, confermando un percorso che ha ancora ampi margini di crescita. Dando ragione ai produttori lombardi, che in sette anni ne hanno quasi raddoppiato la produzione, passando dai 908 ettari del 2010 ai 1.751 del 2017. (s.p.)
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro