Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Consulta giovani decaduta e in attesa delle nuove nomine

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il Comune di Castiglione delle Stiviere avrà presto una nuova consulta giovani. L'organo consultivo istituito dall'amministrazione Paganella e mantenuto dall’amministrazion...

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il Comune di Castiglione delle Stiviere avrà presto una nuova consulta giovani. L'organo consultivo istituito dall'amministrazione Paganella e mantenuto dall’amministrazione Novellini, continuerà la sua opera anche nell'era Volpi.

A darne conferma è l'assessore alla cultura Manlio Paganella che, impegnato negli ultimi preparativi per l'inaugurazione della mostra che apre le celebrazioni per i 450 anni della nascita di San Luigi Gonzaga, patrono mondiale della gioventù, ricorda «che proprio i giovani sono importanti per la nostra amministrazione e noi abbiamo intenzione di proseguire sulla strada della consulta. Un membro, l'attuale presidente in carica, Giulia Artioli, è in commissione cultura, a testimoniare come l'amministrazione tenga a questa istituzione».

Nel frattempo sul sito del Comune è stato pubblicato un documento in cui si prende atto delle dimissioni dei membri che non si sono presentati alle varie riunioni. Lo statuto della passata consulta, infatti, era chiaro in materia: dopo tre convocazioni, se non si era presenti si decadeva. Così facendo l'attuale consulta è praticamente svuotata perché restano in carica solo 4 membri dei 13 eletti. Lo statuto, però, non è chiaro sull’aspetto della durata della consulta giovani e al momento non si capisce se sia di fatto decaduta, dato il cambio di amministrazione. In linea teorica lo dovrebbe essere, ma non c'è nessuna norma che lo stabilisca.

Restano però solo quattro membri attivi: sembra dunque chiaro che questo organismo sia destinato a decadere in attesa della nomina da parte della nuova amministrazione dei nuovi membri. (l.c.)