Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Medico a processo per falso: assolto

VIADANA. L’ospedale Oglio Po gli aveva congelato la nomina a primario per un’indagine della procura di Cremona scattata a seguito di un esposto presentato da un collega.Il medico, Michele Di Stefano,...

VIADANA. L’ospedale Oglio Po gli aveva congelato la nomina a primario per un’indagine della procura di Cremona scattata a seguito di un esposto presentato da un collega.

Il medico, Michele Di Stefano, finito a processo per falsità ideologica ieri è stato assolto, in abbreviato, perché il fatto non sussiste.

A presentare l’esposto nei suoi confronti era stato il dottor Rino Frizzelli di Viadana, all’epoca dei fatti primario della Riabilitazione cardio-respiratoria all’ospedale di Mantova.

Quattro anni fa Di Stefano vinse il primariato per la Medicina generale dell’ospedale Oglio Po di Vicomoscano. Al secondo posto si era classificato Frizzelli che, di lì a poco, sarebbe stato nominato primario a Mantova.

Cos’è stato contestato a Di Stefano? D’aver presentato una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà diversa da quanto presente nel certificato di servizio. In poche parole avrebbe attestato falsamente all’atto della presentazione della domanda, di aver svolto al Policlinico San Matteo di Pavia attività di dirigente medico con responsabilità di struttura semplice. Un’irregolarità che il dottor Frizzelli segnalò alla procura con un esposto e a seguito della quale l’Oglio Po congelò la nomina quinquennale a Di Stefano.

L’avvocato di parte civile di Frizzelli ha sostenuto che il falso dichiarato dall’imputato aveva modificato il punteggio. Cosa che per il giudice, invece, non si è verificata.