Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Senzatetto trovato morto: Lazar sarà sepolto in Tunisia

È stata dissequestrata la salma di Ben Abdelkader Lazar, il 52enne di origine tunisina trovato morto nell’ex Ceramica

MANTOVA. È stata dissequestrata la salma di Ben Abdelkader Lazar, il 52enne di origine tunisina trovato morto una settimana fa nell’ex Ceramica. Una morte, la sua, che ha scosso la giunta e la gente di Mantova. In attesa del funerale, l'8 marzo alla camere mortuarie del Poma si è svolta una piccola cerimonia, un saluto intimo con il vescovo Marco Busca, l’assessore ai servizi sociali Andrea Caprini e il personale della Caritas.

A proposito del funerale, i parenti di Lazar, contattati dal Comune, hanno espresso la volontà che il 52enne sia sepolto nella sua Tunisia: del trasferimento della salma si sta quindi occupando il consolato. Arrivato a Mantova da Verona nel 2002, fino al 2008 Lazar aveva vissuto in una casa di Cittadella, quindi aveva scelto la strada, i giardini di piazza dei Mille e altri luoghi di fortuna, nelle pieghe della città. Malato di diabete e con problemi di alcolismo, negli ultimi tempi l’uomo si era isolato da tutto e da tutti, lasciandosi andare. «Più volte si era provato a convincerlo ad andare al dormitorio e assisterlo. Purtroppo senza successo» ha scritto su Facebook il sindaco Palazzi. Dando voce al rammarico per la morte di una persona che rifiutato aiuto e cure.