Quotidiani locali

l'ordinanza

Manca sicurezza, il Comune di Castel Goffredo ferma quattro ascensori

Provvedimento nei condomini Rosa e Monviso dove non erano state garantite le verifiche di sicurezza

CASTEL GOFFREDO. Il Comune ha ordinato la chiusura di quattro ascensori posti in due condomìni di Castel Goffredo.

La misura urgente si è resa necessaria in quanto non erano state garantite le normali e periodiche verifiche sulla funzionalità e la sicurezza degli impianti. La premessa è che il Comune, come tutti gli altri italiani, gestisce per legge la schedatura di tutti gli impianti elevatori per persone. Il controllo periodico spetta però a ditte o Consorzi che si occupano delle manutenzioni. Il tutto viene eseguito con l’assistenza dell’amministratore condominiale.

In due condomìni di Castel Goffredo, il Monviso, di via Monviso, 29 e il Condominio Rosa, che si dispiega su tre palazzine con ingressi nelle vie Concordia, 26; La Malfa, 1 Guido Rossa, 3, il Comune ha potuto verificare che non erano state eseguite le verifiche periodiche di sicurezza e che si svolgono con cadenza biennale.

Le verifiche erano affidata ad un consorzio, il Cenpi (Consorzio Europeo di Normalizzazione e Prevenzione Infortuni), con sede a Brescia. Cenpi è un organismo accreditato da Accredia per ascensori, montacarichi ed apparecchi di sollevamento cose e persone; l'azienda inoltre, è un organismo abilitato per verifiche ispettive di impianti con messa a terra.

È stata l’amministratrice dei due condomini, Severina Ferrari, a dare notizia al Comune della mancata effettuazione delle verifiche periodiche. Questo perché non tutti i residenti avrebbero pagato la quota condominiale, rendendo necessario un taglio dei costi.

Essendo l’ascensore un impianto non strettamente necessario, e quindi sospendibile come invece non accade per le utenze di gas, luce ed acqua, nonostante il disagio arrecato, si è deciso di dare corso alla procedura di disdetta degli ascensori, che quindi non risultano più attivi, sospendendo quindi le necessarie visite e sopralluoghi.

Una volta giunta al Comune la notizia della disdetta delle verifiche periodiche, il settore addetto, Entrate e Tributi, ha emesso una ordinanza di fermo immediato degli impianti di ascensore posi nel Condominio Rosa (tre impianti) e di quello situato nel condominio Monviso.

L’ordinanza è stata resa immediatamente eseguibile e conseguentemente i quattro ascensori sono stati “piombati”, ovvero chiusi con un sigillo inamovibile.

Qualora dovesse essere deciso di riprendere il funzionamento, si dovrà procedere ad una verifica della funzionalità dei quattro impianti prima della messa in esercizio.(fr.r.)

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro