Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un consorzio per il sociale L’Aspa è pronta a partire

I dodici Comuni dell’Asolano uniscono le forze per gestire i servizi alla persona Avrà sede a Castel Goffredo. Entro il 2019 intesa con l’Aspam di Castiglione

ASOLA . In questi giorni, durante i vari consigli comunali dei paesi dell’Asolano, si sta approvando lo schema inerente l’atto costitutivo e lo statuto dell’azienda speciale consortile per i servizi alla persona, denominata Azienda servizi alla persona dell’asolano, cioè Aspa.

Oltre ad Asola, il progetto coinvolgerà i Comuni di Acquanegra sul Chiese, Canneto sull’Oglio, Casaloldo, Casalmoro, Casalromano, Castel Goffredo, Ceresara, Gazoldo degli Ippoliti, Mariana Mantovana, Piubega e Redondesc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ASOLA . In questi giorni, durante i vari consigli comunali dei paesi dell’Asolano, si sta approvando lo schema inerente l’atto costitutivo e lo statuto dell’azienda speciale consortile per i servizi alla persona, denominata Azienda servizi alla persona dell’asolano, cioè Aspa.

Oltre ad Asola, il progetto coinvolgerà i Comuni di Acquanegra sul Chiese, Canneto sull’Oglio, Casaloldo, Casalmoro, Casalromano, Castel Goffredo, Ceresara, Gazoldo degli Ippoliti, Mariana Mantovana, Piubega e Redondesco.

Ad oggi sono già oltre la metà i paesi che hanno dato l’ok al la decisione presa dai sindaci del distretto durante l’assemblea inerente la costituzione di una azienda speciale che avrà il compito di gestire le attività che fanno riferimento al piano di zona. «A seguito di questa decisione l’atto costitutivo è passato o, comunque passerà a breve, in tutti i consigli dei 12 comuni che fanno riferimento al nostro ambito. - puntualizza Barbara Broccaioli, responsabile area servizi alla persone del Comune capofila del piano di zona, che ha coordinato il passaggio con Sara Lui - L’azienda sarà un ente strumentale che servirà a gestire le diverse attività di ambito sociale. In particolare seguirà la gestione di tutti i fondi (non autosufficienza, nazionale politiche sociali e fondo sociale regionale). Prima era compito del piano di zona, con ente capofila Asola, attraverso il proprio personale. D’ora in avanti i sindaci in riunione decideranno la gestione degli stessi, L’operatività alle decisioni sarà dei sindaci, che nomineranno direttamente anche chi costituirà l’azienda, quindi direttori, consiglieri, sezione amministrativa e quant’altro. L’azienda si occuperà anche della gestione dei bandi, dei diversi appalti, dei diversi sportelli, dello sportello lavoro e delle nuove competenze attribuite agli ambiti nel contesto delle politiche abitative».

L’Aspa avrà sede in alcuni spazi della Sisam di Castel Goffredo con la quale vige un accordo per la concessione dei locali.

«Per la costituzione dell’Aspa – precisa Broccaioli – è stato creato un fondo di dotazione con un versamento pattuito per 50 centesimi ad abitante. Ogni Comune versa una quota di capitale sociale, obbligatorio. Se un giorno l’azienda dovesse sciogliersi, il fondo ritornerà ai Comuni. La nostra azienda sarà pronta probabilmente per la fine di aprile, al massimo ai primi di maggio. L’obiettivo, entro il 31 dicembre 2019, è una programmazione condivisa con l’Aspam di Castiglione».

«Il passo è stato reso necessario per gestire al meglio le dinamiche relative al sociale del distretto – spiega il sindaco di Asola, Raffaele Favalli – Pensiamo che con questa scelta ci saranno servizi celeri e più vicini ai cittadini».

Valentina Gobbi