Quotidiani locali

RODIGO

In trattoria cercano di vendere set di coltelli rubati

Al titolare del locale avevano mostrato mercanzia per 1.800 euro. Ma l'oste non ci ha creduto e ha chiamato i carabinieri. Nei guai due giovani. L'accusa è di ricettazione

RODIGO. Si sono presentati al ristorante proponendo al titolare un affare, o almeno quello che volevano spacciargli per affare: un set di ventisei coltelli da cucina professionali. Il titolare ha sentito subito puzza di bruciato. Che ci facevano due ragazzi romeni con un set di coltelleria, ancora imballato, da 1.800 euro? Nessuna titubanza da parte del ristoratore, che gestisce un locale a Rodigo. Alla proposta ha risposto con un no. Dopodiché, sospettando che si trattasse di merce rubata, si è rivolto ai carabinieri. Ci sono voluti due giorni ai militari del comando di Gazoldo degli Ippoliti per venirne a capo. Ma alla fine hanno dato un nome e cognome ai due giovani, che hanno venti e ventun anni. «Dove avete comprato i coltelli?». Alla domanda i due ragazzi non hanno saputo rispondere, così come non hanno potuto esibire lo scontrino o una documentazione fiscale che confermasse l’acquisto in negozio. Di qui il sospetto sull’origine furtiva dei coltelli, subito sequestrati. I due ventenni sono stati denunciati non per furto – non hanno ammesso di averli rubati – ma per un reato punito in modo più grave dal codice penale: la ricettazione.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro