Quotidiani locali

il convegno

Pd-M5S, prove di dialogo per tenere alta l'attenzione su Mantova

Colaninno del Partito democratico e Zolezzi del Movimento 5 Stelle convergono sugli sforzi da fare per il territorio, ipotizzando una sinergia. Anche in Regione

MANTOVA. Il titolo dell’incontro ”Serata di approfondimento e dialogo” organizzato dagli Amici di via Corridoni si è rivelato azzeccato. L’appuntamento ospitato nella sede di Confindustria è divenuto un evento politico di particolare interesse.

Il deputato Matteo Colaninno ha portato da Roma notizie inedite sulle ferrovie; al padrone di casa Alberto Marenghi che ha ribadito il leit motiv dell’arretratezza delle infrastrutture provinciali hanno risposto il sindaco Mattia Palazzi con la strategia per il rilancio di Valdaro e il presidente della Provincia, Beniamino Morselli con i progetti mirati da portare in Regione. Da registrare infine i germogli di collaborazione Pd- M5S per una sinergia condivisa su alcune opere.

Alberto Zolezzi, il primo da sinistra
Alberto Zolezzi, il primo da sinistra


Quest’ultima arriva in chiusura di serata quando il coordinatore degli interventi Albino Portini, chiama per un saluto il deputato Alberto Zolezzi. L’esponente grillino riconosce «il lavoro portato avanti da Colaninno sul raddoppio della Mantova Milano» e auspica «che si collabori su opere che hanno un costo dieci volte inferiori a quelli stratosferici dell’Alta Velocità come il raddoppio della Medio Padana o i collegamenti con Verona e Modena». E in risposta all’invito di Morselli di fare pressing sulla Regione aggiunge: «D’accordo nella scelta di tre, quattro opere strategiche, andremo dal presidente Fontana assieme al consigliere Fiasconaro». Sottinteso per ricordare al numero uno del Pirellone che anche Mantova è in Lombardia visto che - e Marenghi l’ha sottolineato – le prime scelte nella composizione della giunta hanno penalizzato la parte orientale della Regione: Mantova e Cremona senza assessori. Dunque l’asse Pd-M5S potrebbe nascere sulla condivisione di una sinergia politica infrastrutturale? O è solo cortesia istituzionale in un convegno dove le appartenenze di partito si scolorano quando gli argomenti sono concreti come lo spostamento della linea per Monselice? Resta il fatto che Zolezzi, a Colaninno, ha riconosciuto il merito di aver agito ai più alti livelli di Rete Ferroviaria e Governo per ottenere il raddoppio della Mantova-Milano. I E dall’altra parte?

Colaninno a Zolezzi: «Ringrazio Alberto per le sue parole e anch’io, recitando il mea culpa, mi riprometto di migliorare la nostra collaborazione in Parlamento».

E poco prima aveva promesso: «Sono felice di questa mia terza legislatura e vorrei caratterizzarla per gli interventi sul territorio dopo aver vissuto esperienze a livello politico come la direzione nazionale del Partito». Premesse e promesse come le rose, fioriranno a maggio? «Il nostro territorio ha bisogno come il pane di infrastrutture e occorre fare squadra al di là del colore delle casacche». L’ha detto sempre al convegno il sindaco Mattia Palazzi, addocchiando Zolezzi. Monito e invito?
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro