Quotidiani locali

mantova

«Basta stragi in fabbrica»: lumini e croci davanti alla Belleli

Metalmeccanici da tutta la provincia per presidio di due ore in via Taliercio. Fiom, Fim e Uilm: è la prima volta che manifestiamo per chiedere più sicurezza

Lumini da morto e croci davanti alla Belleli di Mantova Sciopero provinciale dei metalmeccanici mercoledì 16 maggio per dire "basta" alle morti in fabbrica. Nel video le immagini del presidio organizzato dai sindacati davanti ai cancelli della Belleli in via taliercio. (Video Fuscati)

MANTOVA. Una distesa di lumini da morto, croci bianche e caschetti rossi: questa la scena che si è presentata questa mattina 16 maggio davanti ai cancelli della Belleli. Accanto la scritta: "Basta morti sul lavoro".

Per invocare più sicurezza nelle fabbriche e fermare l’ecatombe i metalmeccanici di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm hanno proclamato uno sciopero provinciale di quattro ore di tutto il comparto.

Oltre 15mila gli operai mobilitati, con la manifestazione centrale prevista davanti ai cancelli della Belleli Energy, a Mantova, con  altre tute blu di altre fabbriche provenienti con pullman da Suzzara e da Pegognaga. Il colosso degli impianti offshore è diventato il simbolo dell’impegno degli operai per avere una fabbrica più sicura. Qualche mese fa un operaio responsabile della sicurezza nello stabilimento segnalò che la piattaforma aerea, che serve per i carro ponti, stava lavorando con un peso superiore alla sua portata e che questo comportava un pericolo per i lavoratori. La direzione aziendale punì il lavoratore con due giorni di sospensione provocando la reazione dei sindacati che proclamarono lo sciopero immediato. A Mantova uno sciopero provinciale per la sicurezza indetto dai metalmeccanici non si è mai visto, ma è la situazione contingente a reclamarlo: sono quei 5 caduti sul lavoro a volerlo per evitare altre tragedie.



I lavoratori hanno lanciato un appello a Ats e Inail affinchè nelle fabbriche vi sia più prevenzione, per pretendere il rispetto dei delegati alla sicurezza, per sensibilizzare i lavoratori a pretendere mansioni sicure, per far sì che le aziende denuncino gli infortuni che avvengono al loro interno e per denunciare le malattie professionali. Insomma, il tema della sicurezza «deve caratterizzare i rinnovi di tutti i contratti aziendali» dicono i metalmeccanici.

Sinistra italiana sarà davanti alla Belleli «perché - dice il segretario provinciale Fausto Banzi - la sicurezza significa la vita dei lavoratori. Per questo invitiamo tutti i cittadini ad aderire a questo presidio che mette al primo posto la salute e la sicurezza di chi lavora». E denuncia «le interferenze delle aziende nelle responsabilità degli addetti alla sicurezza».
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori