Quotidiani locali

MANTOVA

Mantova, muore a un mese dall’incidente in moto

La vittima, ex camionista di Lunetta, era in coma dal giorno successivo allo scontro in via Parma. Ha donato le cornee

MANTOVA. È rimasto in coma per un mese, in bilico tra la vita e la morte. Martedì 15  maggio  il filo si è spezzato. Non ce l’ha fatta il pensionato di 66 anni rimasto ferito in un incidente stradale in via Parma lo scorso 18 aprile. Luigino Zoppi si è spento ieri mattina nel reparto di rianimazione del Poma.

La salma dell’uomo è stata composta nelle camere mortuarie dell’ospedale, in attesa delle decisioni del magistrato. È molto probabile che nelle prossime ore venga disposta l’autopsia.

Ieri mattina, nel frattempo, è stato eseguito l’intervento di espianto delle cornee, autorizzato dai familiari dell’uomo.

Evidentemente, la Procura ha rilasciato il nulla osta per questo tipo di intervento che andrà a migliorare la vita di altre persone. Luigino Zoppi, ex autotrasportatore, vedovo, viveva da solo in un appartamento di piazzale Umbria. La mattina del 18 aprile l’incidente tra la motocicletta di cui era alla guida e un’auto, lungo via Parma, il tratto della provinciale a Cisa tra Mantova e Cerese.

Ad occuparsi dei rilievi erano stati gli agenti della polizia locale di Mantova. Al volante dell’auto con la quale si era scontrata la moto di Zoppi c’era una donna mantovana che poco dopo aveva avvertito un lieve malore. Subito dopo lo schianto le condizioni del motociclista erano sembrate subito molto gravi, tanto che l’ambulanza della Croce Verde era partita a sirene spiegate con il codice di massima gravità, insieme con l’auto medica. Poi la situazione di gravità sembrava essersi ridimensionata.

Arrivato al pronto soccorso, Zoppi era stato sottoposto agli accertamenti .

Dall’analisi dei traumi riportati nel corso dell’incidente era arrivata la decisione, dettata soprattutto da motivi precauzionali, di trasferire il 65enne in un ambiente protetto e sotto il controllo costante di personale medico.

I traumi più rilevanti sembravano essere quelli all’addome e l’uomo era stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Purtroppo sono insorte complicazioni e Luigino Zoppi è andato in coma: non si è più ripreso. (r.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori