Quotidiani locali

Delitto di Magnacavallo, pena quasi dimezzata per Magnani

La prima Corte d’Assise di Milano ha ridotto da 30 anni a 17 anni e quattro mesi la condanna al 21 enne in carcere per l’omicidio di Fausto Bottura, ucciso con una mazza da baseball nel 2014

MAGNACAVALLO. Riduzione di pena per Alessio Magnani, il 21 enne condannato in primo grado a 30 anni di carcere per l’omicidio di Fausto Bottura, ucciso con una mazza da baseball il 3 dicembre del 2014 a Magnacavallo. La prima Corte d’Assise di Milano gli ha ridotto la condanna a 17 anni e quattro mesi col rito abbreviato riconoscendogli le attenuanti generiche, non concesse nei precedenti gradi di giudizio.

leggi anche:

Uno sconto dettato dalla Cassazione che il 15 dicembre 2017 aveva disposto il rinvio alla Corte d’Assise di Milano perchè riconoscesse le attenuanti al giovane. La Suprema Corte aveva invece confermato in via definitiva le condanne agli altri due ragazzi che avevano partecipato al delitto (Massimo Bottura, nipote della vittima, e Armando Esposito, condannati a 17 anni e quattro mesi).

Fausto Bottura, 48 anni, era stato ucciso con tre colpi alla nuca sferrati con una mazza da baseball. Il suo cadavere era stato trovato nel fiume Po dentro due sacchi di plastica. Agli inquirenti, i ragazzi avevano detto di averlo ucciso «perchè rompeva».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori