Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Avanti verso la fusione» La Superbi guida il team

Il sindaco uscente pronto a traghettare il Comune verso le nozze con Carbonara Davanti ha un mandato di pochi mesi: «Seguiremo l’ordinaria amministrazione»

BORGOFRANCO SUL PO. Seguire l’ordinaria amministrazione. Proseguire con i progetti e gli interventi di ristrutturazione già avviati. Salvaguardare le tradizioni locali, le feste il cui calendario a Borgofranco e Bonizzo culmina con l’autunno e l’arrivo del tartufo. E soprattutto: andare avanti con l’iter della fusione con il Comune di Carbonara, già avallato dalla popolazione che ha espresso il proprio sì nella consultazione popolare dell’11 febbraio. Sono questi i punti cardine del programm ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORGOFRANCO SUL PO. Seguire l’ordinaria amministrazione. Proseguire con i progetti e gli interventi di ristrutturazione già avviati. Salvaguardare le tradizioni locali, le feste il cui calendario a Borgofranco e Bonizzo culmina con l’autunno e l’arrivo del tartufo. E soprattutto: andare avanti con l’iter della fusione con il Comune di Carbonara, già avallato dalla popolazione che ha espresso il proprio sì nella consultazione popolare dell’11 febbraio. Sono questi i punti cardine del programma della lista “Identità nel cambiamento”, la formazione guidata dal sindaco uscente di Borgofranco, Lisetta Superbi.

Davvero una strana competizione l’attende. Di fronte, pochi mesi di un mandato destinato a terminare ai primi del 2019, quando l’iter della fusione proseguirà con lo scioglimento dei consigli comunali e la nomina del commissario prefettizio che guiderà il nuovo Comune fino alle successive elezioni. Insomma, sei mesi o poco più che hanno molto il sapore del “disbrigo degli affari correnti” in attesa che nasca il nuovo ente. Da qui, lo stringato programma: «I componenti della lista sono convinti dell’opportunità di continuare a mettere a disposizione dei cittadini l’esperienza acquisita in questi anni di amministrazione» spiegano nel foglio. Altro punto saldo, garantire al Comune «la giusta rappresentanza nell’avviata procedura di fusione», stabilito che «è convinzione dei componenti della lista civica che la volontà dei cittadini espressa nel referendum vada compiutamente rispettata portando avanti il progetto in tutte le sue parti, garantendo una rappresentanza amministrativa».

Alla voce finalità, ecco che si parla di un «rapporto tra pubblica amministrazione e cittadinanza volutamente basato sulla compartecipazione e interazione, sulla trasparenza di informazione e di azione, e sul dialogo». Quindi l’impegno a proseguire con i progetti avviati dal Comune, le iniziative culturali e ricreative, le iniziative consolidate da tempo, salvaguardando le tradizioni. E ancora: la volontà di continuare a sostenere le associazioni, «colonne portanti della comunità», e a fare sì che le spese incidano il meno possibile sul bilancio. E per la guida del nuovo Comune, chi si candiderà? «La gente mi chiede di fare un passo avanti – dice la Superbi – ma sono cose che maturano nel tempo». Due gli appuntamenti con la lista: il 31 maggio al circolo di Borgofranco e l’8 giugno a Bonizzo. Ci sarà anche la lista “rivale” di Elisa Lui.