Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ragazzo trova e restituisce 350 euro

PiazzaGramsci: è qui che il ragazzino ha trovato il portafogli

Il 12enne consegna il portafogli ai carabinieri: per lui una ricompensa

CANNETO SULL’OGLIO. L'onestà non sempre paga. Invece, nel caso del gesto compiuto da un ragazzo di Canneto, comportarsi in modo ineccepibile è stato anche concretamente gratificante. Un dodicenne domenica sera intorno alle 20 si trovava in piazza Gramsci (o come dicono i cannetesi “il campo delle oche”). Fatto sta che il ragazzo ha ritrovato in terra un portafoglio. Dentro, oltre ai documenti, anche 350 euro.

Ebbene, ieri nel primo pomeriggio, il ragazzo si è presentato da solo alla caserma ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CANNETO SULL’OGLIO. L'onestà non sempre paga. Invece, nel caso del gesto compiuto da un ragazzo di Canneto, comportarsi in modo ineccepibile è stato anche concretamente gratificante. Un dodicenne domenica sera intorno alle 20 si trovava in piazza Gramsci (o come dicono i cannetesi “il campo delle oche”). Fatto sta che il ragazzo ha ritrovato in terra un portafoglio. Dentro, oltre ai documenti, anche 350 euro.

Ebbene, ieri nel primo pomeriggio, il ragazzo si è presentato da solo alla caserma di viale Europa per affidare ai carabinieri di Canneto quanto aveva rinvenuto la sera precedente. I militari del maresciallo Casula nel giro di poco hanno rintracciato il legittimo proprietario. Un cannetese residente all'estero ma con uno dei genitori ospite a Casa Leandra. L'uomo ha quasi certamente perso il portafogli proprio in occasione di una visita alla casa di riposo. Quando ha ricevuto la chiamata dei carabinieri di Canneto che gli segnalavano l'accaduto non si era ancora accorto di nulla. Dopo il racconto dei militari non ha avuto esitazioni. Il ragazzo andava ricompensato in modo tangibile. Non solo con un "grazie" sentito, ma anche con 50 euro. Una ricompensa meritata per un gesto che è sempre più raro raccontare. (mlr)