Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Addio alle voragini dopo le proteste

Due giorni di asfaltature per sistemare uno dei tratti più ammalorati dell’intera rete di strade provinciali. Si sono conclusi ieri gli interventi di manutenzione straordinaria sulla strada...

Due giorni di asfaltature per sistemare uno dei tratti più ammalorati dell’intera rete di strade provinciali. Si sono conclusi ieri gli interventi di manutenzione straordinaria sulla strada provinciale 67 (foto Lodi Rizzini). Il nuovo fondo riguarda un tratto di un chilometro e 700 metri diviso tra i comuni di Marcaria e Acquanegra sul Chiese. L’intervento ha preso il via dall’incrocio con la provinciale 10, la Cremona-Mantova, per poi proseguire in direzione Mosio. Come segnalato dalla stes ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Due giorni di asfaltature per sistemare uno dei tratti più ammalorati dell’intera rete di strade provinciali. Si sono conclusi ieri gli interventi di manutenzione straordinaria sulla strada provinciale 67 (foto Lodi Rizzini). Il nuovo fondo riguarda un tratto di un chilometro e 700 metri diviso tra i comuni di Marcaria e Acquanegra sul Chiese. L’intervento ha preso il via dall’incrocio con la provinciale 10, la Cremona-Mantova, per poi proseguire in direzione Mosio. Come segnalato dalla stessa Provincia, la pavimentazione stradale si presentava gravemente ammalorata. L’arteria è utilizzata in maniera massiccia dai pendolari, visto che collega la 343 Asolana con la 10 Cremona-Mantova. Di fatto il percorso privilegiato per chi dall’Asolano voglia raggiungere Mantova. Le condizioni del manto stradale, in particolare nel tratto che tocca Mosio, avevano scatenato proteste in serie da parte degli automobilisti. Squarci nell’asfalto e buche profonde, con conseguenze ben immaginabili per le auto ed evidenti rischi per la sicurezza. Tra gli episodi a rischio segnalati, automobilisti che invadono la corsia opposta per evitare le voragini più profonde.