Quotidiani locali

cantieri

Lavori sul ponte di Viadana: una mattinata di ordinario disagio

 Sei chilometri di code e ritardi anche di due ore. L’annunciato cantiere mette in crisi la viabilità verso Reggio

VIADANA . Pesanti disagi si sono verificati,  martedì 12 giugno, a causa di lavori di manutenzione sul ponte Viadana-Boretto. In certi momenti la fila delle auto, ferme in attesa di poter attraversare il Po, raggiungeva praticamente l’ingresso di Cogozzo: grosso modo sei chilometri di coda, e almeno tre quarti d’ora di percorrenza. C’è stato chi è rimasto in macchina quasi due ore, per andare da Viadana all’ospedale di Parma.



I problemi si sono verificati all’ora di punta, intorno alle 8. Per garantire la sicurezza sul posto si sono portati gli agenti della polizia locale. Quando il traffico dei pendolari è defluito, la situazione è tornata alla normalità, a parte i rallentamenti dovuti alla presenza del cantiere sul ponte.

Curiosamente, mentre le code hanno penalizzato fortemente gli utenti della strada che viaggiavano con direzione Casalmaggiore-Emilia, sulla direzione opposta la situazione era meno pesante. Il motivo è da legare probabilmente alla chiusura del ponte sul Po Casalmaggiore-Colorno, e dunque al fatto che molti camion e auto, provenienti dal Cremonese e dalla zona Oglio-Po, per raggiungere l’Emilia non hanno alternative al ponte di Viadana, salvo decidere di imboccare percorsi alternativi molto più lunghi.

La presenza del cantiere era stata annunciata da giorni: l’ordinanza, emessa dalla Provincia, disponeva il senso unico alternato (con circolazione regolata da semaforo nel tratto interessato dai lavori) dalle 6 del mattino sino alle 22. Il disagio si è reso necessario per consentire l’effettuazione di alcuni lavori di risanamento. «L’intervento – come ha spiegato la Provincia – costituisce un’appendice ai lavori, terminati nel dicembre 2017, di consolidamento dei sostegni del viadotto di accesso alla struttura, nella golena viadanese: è emersa la necessità di riprendere una piccola fessura longitudinale formatasi all’estradosso dell’impalcato».



L’operazione prevedeva l’incisione del manto stradale, la pulizia della fenditura, la posa di malta e della nuova guaina bituminosa, il ripristino del manto. Per avviare la manutenzione, si era attesa la fine dell’anno scolastico. E, dopo un confronto con la polizia locale viadanese, si era scelto di intervenire di martedì, giorno che mediamente presenta il minor flusso veicolare. Accorgimenti che, come detto, non sono valsi a evitare la formazione di code.

Nel pomeriggio, tra l’altro, i lavori sono stati rallentati a causa di un temporale: molti sperano che non sia necessario prolungare il cantiere. Diversi automobilisti auspicano inoltre che, in considerazione della situazione difficile, in futuro si opti per far svolgere i lavori di notte (anche se vi è chi ritiene tale ipotesi poco realistica, per il prevedibile aumento di costi e adempimenti burocratici).


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro