Quotidiani locali

rivalta sul mincio

Pescatori si calano gli slip al passaggio dei turisti

Rifiuti abbandonati dopo il camping e pantaloni abbassati davanti alle barche. L’appello del Consorzio barcaioli del Mincio: qualcuno faccia rispettare le regole

RIVALTA SUL MINCIO. Rifiuti abbandonati sulle rive, lattine di birra che galleggiano, bucato steso ad asciugare tra le fronde verdi che si specchiano sul Mincio. E, come se non bastasse, mostra di genitali e glutei al passaggio dei turisti sulle barche dirette al santuario.

Non ne possono più i barcaioli del Mincio. E, dopo tante proteste inoltrate a chi di dovere, hanno anche scritto al nostro giornale. La loro spina nel fianco sono i pescatori di catfishing, pesca al siluro, molti dei quali stranieri, che trascorrono le loro vacanze ittiche nelle Valli del Mincio.

«Vorremmo segnalare degli episodi poco edificanti che avvengono ormai da anni nelle Valli del Mincio e lago Superiore durante le navigazioni turistico-didattiche, dove da anni, turisti pescatori di catfishing con i loro comportamenti, alquanto discutibili, accolgono insultando e mostrando i loro attributi "fronte e retro" a turisti e gruppi scolastici che portiamo in barca - scrivono dal Consorzio I barcarioli del Mincio - Persone che non rispettano (nessuno gli fa rispettare) le regole di comportamento: insultano, predano, sporcano, campeggiano, violando un ambiente naturale già alquanto vituperato e con un sacco di criticità ambientali ormai note. Ora noi non sappiamo più chi lo debba fare, ma chiediamo che qualcuno intervenga, perché sono episodi ormai all'ordine del giorno. Ma chi preserva queste tanto celebrate eccellenze, ma cosa vede il turista?».

Insieme alla lettera, i barcaioli - che da marzo a novembre lavorano per l’accoglienza turistica sul fiume Mincio - ci hanno inviato foto scattate domenica 9 giugno da turisti a bordo di una loro imbarcazione, foto che lasciano pochi spazi all’interpretazione. Una è quella che pubblichiamo, opportunamente modificata.

I barcaioli sono persone che vivono sul Mincio, che amano il loro territorio, che rappresenta, per Mantova e per la zona, una eccellenza oltre che una fonte di attrattiva e di guadagno. «Ma è un ambiente violato, maltrattato da persone che oltretutto compiono reati, come l’abbandono di rifiuti per non parlare di atti osceni in luogo pubblico. Il calarsi i pantaloni al passaggio dei turisti sul fiume potrebbe essere considerata una semplice bravata che strappa una risata, ma noi trasportiamo soprattutto scolaresche, che spettacolo diamo a bambini di tutta Italia che vengono in visita nella nostra provincia?» vanno avanti i barcaioli. «Comunque la speranza di un fiume migliore non si spegne mai... anche se l 'ottimismo è ormai sepolto!». (dm)


 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro