Quotidiani locali

Terza età tra gioie e dolori a Curtatone: più trasporti, ma addio circolo

 A Grazie un nuovo mezzo aumenterà il servizio di accompagnamento. A Eremo, però, ha chiuso i battenti il circolo: sos all’amministrazione comunale

CURTATONE. Vivere la terza età, tra nuovi servizi e luoghi d’aggregazione che vengono a mancare. Per gli anziani di Curtatone ci sono due notizie, una buona e l’altra decisamente meno incoraggiante.

Partiamo dalla novità positiva. A Grazie, villaggio bellissimo ma sprovvisto di supermercato, ufficio postale, banca, farmacia ed altri punti di riferimento essenziali, da oggi il comitato Antico Borgo incrementerà il servizio di trasporto offerto agli anziani, trasformandolo in un’attività quotidiana. I volontari del gruppo utilizzeranno una vettura arrivata in paese ieri. L’auto, una Fiat Idea, è stata messa a disposizione dall’associazione San Marco, con l’obiettivo di rendere più semplice e serena la vita delle persone della terza età. «Grazie a questo nuovo veicolo potremo accompagnare ogni giorno gli anziani dal medico, al supermercato, a trovare i parenti, alle poste, in farmacia, dal parrucchiere e dovunque desiderino andare - spiega il presidente del comitato, Enrico Tonelli - Il trasporto avverrà su prenotazione, sia al mattino che al pomeriggio, esclusa la domenica». Al volante si alterneranno Tonelli e Fulvio Silvestris, che si sono messi a disposizione della comunità in veste di volontari.

Per un servizio che rifiorisce, un altro viene a mancare. Qualche mese fa ha chiuso i battenti il circolo di Eremo. «Quel luogo era un punto di riferimento per gli anziani del paese, che ogni giorno si ritrovavano nel bar della struttura, gestita fino a tre anni fa dall’Acli, e al sabato sera si davano appuntamento nella saletta civica del piano superiore per giocare a tombola - spiega Paola Gabbioli, referente del gruppo d’opposizione “Nuovo patto civico” - Il circolo ha iniziato il suo declino quando è stato dato in gestione all’associazione Ovox, che dapprima ha chiuso e riaperto più volte il bar, offrendo un servizio discontinuo, e poi, circa tre mesi fa, ha abbassato definitivamente le serrande».

La Gabbioli lancia un appello all’amministrazione comunale: «Vorremmo sapere perché la struttura non viene più utilizzata - sottolinea - e se ci sono dei progetti in cantiere. Ad Eremo mancano luoghi di ritrovo adatti agli anziani. Il circolo di via Raffaello Sanzio era l’unico punto di riferimento per le persone di una certa età, che oggi ne sentono la mancanza. La solitudine rappresenta uno dei disagi più diffusi tra i cittadini che hanno superato i settant’anni, perciò chiediamo all’amministrazione comunale di adoperarsi per far riaprire il circolo e per dar vita a qualche iniziativa che favorisca la socializzazione tra gli anziani».

Rita Lafelli
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro