Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fertilizzanti dai rifiuti Stretta del consiglio a tutela dell’ambiente

asola. Durante il consiglio comunale di Asola è stato approvato all’unanimità il regolamento sull’impiego dei fertilizzanti derivati da rifiuti sui suoli del territorio asolano. L’obiettivo è...

asola. Durante il consiglio comunale di Asola è stato approvato all’unanimità il regolamento sull’impiego dei fertilizzanti derivati da rifiuti sui suoli del territorio asolano. L’obiettivo è difendere un’ agricoltura di qualità, le acque superficiali e, più in generale, l’ambiente. «È da puntualizzare che non si tratta dei nostri concimi tradizionali, non sono inclusi i reflui zootecnici e i vari prodotti agricoli, e quindi gli agricoltori possono stare tranquilli - ha commentato il vicesin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

asola. Durante il consiglio comunale di Asola è stato approvato all’unanimità il regolamento sull’impiego dei fertilizzanti derivati da rifiuti sui suoli del territorio asolano. L’obiettivo è difendere un’ agricoltura di qualità, le acque superficiali e, più in generale, l’ambiente. «È da puntualizzare che non si tratta dei nostri concimi tradizionali, non sono inclusi i reflui zootecnici e i vari prodotti agricoli, e quindi gli agricoltori possono stare tranquilli - ha commentato il vicesindaco Giorgio Grandi -. Questi fertilizzanti contengono principi attivi utili quali azoto, potassio e fosforo, ma se utilizzati in eccesso potrebbero avere delle ripercussioni sulla salubrità del prodotto coltivato».

I fertilizzanti oggetto del nuovo regolamento sono concimi, correttivi e ammendanti derivati da rifiuti industriali e civili, fanghi di depurazione e gessi di defecazione. Esistono già norme regionali o nazionali che ne regolano l’utilizzo. Con questa decisione, il Comune intende disciplinarne ulteriormente l’impiego, senza però vietarlo del tutto. «Abbiamo dovuto restringere il campo perché abbiamo notato che nell’ultimo periodo ci sono stati numerosi casi di spandimento di questi prodotti senza nessun tipo di criterio. Prima di presentare la proposta in consiglio - ha proseguito Grandi - abbiamo sentito le organizzazioni agricole, che hanno condiviso l’obiettivo».

Già Rodigo, in passato, in qualità di comune capofila, aveva dato il via a queste norme, seguito poi da Mariana Mantovana circa due anni fa. D’ora in poi, anche nel comune di Asola, chi vorrà spargere questi fertilizzanti dovrà presentare una serie di accertamenti, in particolare un’analisi pedoagronomica dei terreni, per capire se c’è necessità di utilizzarli per determinate colture. Solo in seguito sarà data l’autorizzazione. Gli spargimenti sono vietati il sabato e la domenica e oltre le ore 17 di tutti gli altri giorni, quando la polizia municipale non può fare controlli specifici. —

VALENTINA GOBBI .