Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Furti a raffica nei campi Allarme della Coldiretti

ACQUANEGRA SUL CHIESE. Ritornano i furti nelle campagne, una delle piaghe che in un solo anno, secondo Coldiretti, è costata 300 milioni di euro su scala nazionale. Nell’ultima settimana, a farne le...

ACQUANEGRA SUL CHIESE. Ritornano i furti nelle campagne, una delle piaghe che in un solo anno, secondo Coldiretti, è costata 300 milioni di euro su scala nazionale. Nell’ultima settimana, a farne le spese sono stati gli agricoltori della zona di Mosio, tra Acquanegra e Mariana Mantovana. Ad almeno quattro imprenditori sono state rubate le batterie di trattore o delle motopompe, azionate per l’irrigazione. Batterie acquistate da poco e, in almeno un paio di casi, sono state rubate anche quell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ACQUANEGRA SUL CHIESE. Ritornano i furti nelle campagne, una delle piaghe che in un solo anno, secondo Coldiretti, è costata 300 milioni di euro su scala nazionale. Nell’ultima settimana, a farne le spese sono stati gli agricoltori della zona di Mosio, tra Acquanegra e Mariana Mantovana. Ad almeno quattro imprenditori sono state rubate le batterie di trattore o delle motopompe, azionate per l’irrigazione. Batterie acquistate da poco e, in almeno un paio di casi, sono state rubate anche quelle comprate in sostituzione. «Ringraziamo i carabinieri che si stanno occupando di risolvere i casi - dichiara Erminia Comencini, direttore di Coldiretti Mantova - Non bastavano i danni del maltempo e i prezzi del mais scarsamente redditizi, ora gli agricoltori devono anche fare i conti con episodi spiacevoli, che pesano sulla gestione delle aziende. Abbiamo bisogno di maggiore sicurezza». Paolo Patander di Mosio si è visto sparire due batterie della motopompa. «La prima sabato 23 giugno - racconta - e l’altra due giorni dopo. Ieri hanno tentato il terzo furto, ma l’avevo saldata e chiusa con una catena e un lucchetto». Furto doppio anche per Roberta Nardi di Valli di Mosio. «La prima batteria è stata rubata sabato 30 giugno, nel giro di cinque minuti, verso le ore 18 - dice - Ne ho acquistata una nuova immediatamente per continuare a irrigare, è stata rubata il giorno successivo. Siamo allarmati».

Due batterie nuove sparite sempre sabato 30 anche dalla motopompa di Giuseppe Zoli, agricoltore tra Valli e Mariana. «Saranno sparite fra le 16 e le 17 - ricorda - e hanno compromesso l’attività irrigua per due giorni. E siamo allarmati perché non vorremmo che i furti si ripetessero di nuovo nella giornata di nuovo sabato». —