Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Auto danneggiata dalle buche «Niente rimborsi, andava veloce»

Danni per quattrocento euro: il Comune riconosce la responsabilità ma l’assicurazione nega il risarcimento

POGGIO RUSCO . Danneggia la macchina su una strada pubblica, il Comune riconosce la responsabilità, ma l'assicurazione gli nega il risarcimento scrivendo che superava il limite di velocità. È accaduto a Poggio Rusco in via Matteotti. Alcune settimane fa mentre un’auto passava lungo il corso principale del paese, una delle piastre della pavimentazione si era staccata sotto il peso della macchina, danneggiandola. Il proprietario dell'auto si era rivolto al Comune per avere un risarcimento dei ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

POGGIO RUSCO . Danneggia la macchina su una strada pubblica, il Comune riconosce la responsabilità, ma l'assicurazione gli nega il risarcimento scrivendo che superava il limite di velocità. È accaduto a Poggio Rusco in via Matteotti. Alcune settimane fa mentre un’auto passava lungo il corso principale del paese, una delle piastre della pavimentazione si era staccata sotto il peso della macchina, danneggiandola. Il proprietario dell'auto si era rivolto al Comune per avere un risarcimento dei danni, quantificati in poco meno di 400 euro.

«Da parte del municipio non ci sono stati problemi – racconta l'automobilista – hanno riconosciuto in pieno la responsabilità e rilasciato tutti i documenti necessari». Il problema è nato con l'assicurazione. Ieri mattina il proprietario dell'auto danneggiata si è visto recapitare una lettera a casa dall'assicurazione, in cui si negava la copertura del danno, in quanto il veicolo viaggiava a una velocità superiore al limite previsto, attribuendo quindi al guidatore la responsabilità dell'accaduto e non alle condizioni della strada. L'interessato racconta che nessuno ha rilevato la velocità e sul verbale redatto dalla polizia locale subito dopo l'incidente non si parla di velocità non adeguata.

«Mi sento un po' preso in giro in questa situazione», dice l'automobilista. L'assicurazione ha contestato il fatto che lungo quella sia in vigore un limite di 30 chilometri orari che sarebbe stato superato dall'autista, ma nei verbali non ci sono riferimenti a un eventuale superamento del limite di velocità prescritto. Limite che effettivamente è in vigore lungo il corso ed è opportunamente segnalato con gli appositi cartelli. Va precisato che la situazione di via Matteotti è di notevole dissesto, in quel periodo alcune piastre si erano staccate e successivamente il Comune aveva provveduto a riparare la strada con un intervento ponte.

I piastroni staccati erano stati rimossi ed erano stati sostituiti con asfalto plastico per rendere più uniforme il livello della carreggiata. Recentemente sono stati stanziati i fondi per l'intervento di riparazione conclusivo della via, che prevede il completo rifacimento della pavimentazione nel primo tratto.