Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La fusione tra Comuni alla prova dei consigli: il 9 settembre si vota

Nel fine settimana le sedute per l’approvazione definitiva Chilesi: nella delibera terremo conto della voce dei paesi

SAN GIORGIO-BIGARELLO. L’iter burocratico per arrivare alla fusione per incorporazione del Comune di Bigarello in quello di San Giorgio di Mantova arriva al momento decisivo. I consigli comunali sia di Bigarello sia di San Giorgio sono stati convocati nel prossimo fine settimana dai rispettivi sindaci con il medesimo ordine del giorno: “Approvazione definitiva del progetto di fusione per incorporazione del Comune di Bigarello nel Comune di San Giorgio di Mantova”. È stata anche decisa la dat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN GIORGIO-BIGARELLO. L’iter burocratico per arrivare alla fusione per incorporazione del Comune di Bigarello in quello di San Giorgio di Mantova arriva al momento decisivo. I consigli comunali sia di Bigarello sia di San Giorgio sono stati convocati nel prossimo fine settimana dai rispettivi sindaci con il medesimo ordine del giorno: “Approvazione definitiva del progetto di fusione per incorporazione del Comune di Bigarello nel Comune di San Giorgio di Mantova”. È stata anche decisa la data della consultazione popolare in merito al progetto. Il referendum consultivo si svolgerà il 9 settembre.

Il sindaco di San Giorgio, Beniamino Morselli, ha convocato il consiglio comunale per sabato alle 10, e lo stesso ha fatto la collega di Bigarello Barbara Chilesi, ma per domenica alle 11.

«In effetti – osserva il sindaco di Bigarello – dovevamo riunirci anche noi lo stesso giorno in cui si terrà il consiglio di San Giorgio, ma per motivi organizzativi abbiamo spostato la riunione alla domenica mattina».

Si procede, dunque, verso l’attivazione del progetto di fusione per incorporazione dopo le assemblee pubbliche informative tenutesi sul territorio di entrambi i comuni e il consiglio comunale aperto dell'Unione, svoltosi alcuni giorni fa nella palestra di Stradella, sospeso dal presidente Morselli e non più ripreso per le intemperanze verbali di Massimo Pirrotta, consigliere comunale di minoranza di Bigarello.

Il sindaco Chilesi tiene a sottolineare che nella delibera si terrà conto delle osservazioni sul progetto presentate dai cittadini di entrambi i comuni. «A tale proposito sia a Bigarello sia a San Giorgio - continua Chilesi - sono state costituite delle apposite commissioni per vagliare le osservazioni ed eventualmente accoglierle. Voglio far notare che mentre a San Giorgio la commissione era completa anche con le minoranze, a Bigarello invece i gruppi di minoranza non hanno mai partecipato».

Dunque lo scontro, sospeso nel consiglio aperto a Stradella, potrebbe riprendere domenica 15 luglio di mattina nell’aula consiliare di Bigarello.