Quotidiani locali

mantova

Inchiesta sul ramo precipitato. Al lavoro il perito della procura

Eseguiti i primi rilievi sulla pianta crollata, presto la relazione al magistrato. Fuori pericolo la donna rimasta ferita: ha lasciato la rianimazione del Poma  

MANTOVA. Primo sopralluogo al parco di Belfiore questa mattina (10 luglio) per il perito nominato dalla Procura, nel luogo dove una decina di giorni fa un pesante ramo di pioppo è caduto sui tavoli del picnic e ha provocato il ferimento di sette persone, una delle quali grave. Il perito a cui il pubblico ministero ha conferito l’incarico di ispezionare la zona, ha eseguito alcuni rilievi. Al termine stenderà una relazione dettagliata da consegnare al magistrato che al momento ha indagato sei persone.

Albero precipitato sul pic-nic. Al lavoro il perito della procura Primo sopralluogo al parco di Belfiore ieri mattina per il perito nominato dalla Procura, nel luogo dove una decina di giorni fa un pesante ramo di pioppo è caduto sui tavoli del picnic e ha provocato il ferimento di sette persone, una delle quali grave. Il perito a cui il pubblico ministero ha conferito l’incarico di ispezionare la zona, ha eseguito alcuni rilievi. Al termine stenderà una relazione dettagliata da consegnare al magistrato che al momento ha indagato sei persone. (video Fuscati)


L’incidente è avvenuto alle trfe del pomeriggio del primo luglio. Seduta ai tavoli c’era una ventina di persone, cinque gruppi senza legami tra loro. I feriti appartengono tutti alla stessa comitiva, nove amici riuniti per un pic-nic di compleanno. La donna rimasta ferita in modo grave, Elisa Nobis, 48 anni, di Rodigo in un primo tempo trasportata in elicottero all’ospedale Borgo Trento di Verona e dopo alcuni giorni trasferita al Poma, nelle scorse ore è stata dimessa dalla rianimazione dell’ospedale perché le sue condizioni sono migliorate.



Travolgendola, il ramo le ha provocato traumi alla testa, al torace e a una gamba. Sono invece trenta i giorni di prognosi per Maria Rita Cozzolino, di Castel d’Ario, che a Belfiore stava festeggiando i suoi 43 anni: il ramo le ha rotto il bacino e alcune costole. Sonia Giunò, 48 anni, residente in provincia di Cremona, dovrebbe cavarsela in 25 giorni: anche lei ha alcune costole rotte. Contusioni lievi e cinque giorni di prognosi per gli altri feriti.



Nel frattempo sono sei le persone entrate nell’indagine aperta dalla Procura sul crollo del ramo. Si tratta di amministratori, dirigenti e funzionari dell’assessorato ai lavori pubblici del Comune e di Mantova Ambiente, la società del gruppo Tea che si occupa per conto di via Roma della manutenzione del verde pubblico. —
 

TrovaRistorante

a Mantova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro