Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La contrada degli Argini vince il palio di batei. È il quarto successo

Commessaggio in festa per la tradizionale gara sull’acqua del Navarolo. Visitatori da tutta la provincia. Sfilata dei figuranti fino al Torrazzo

COMMESSAGGIO. Per il quarto anno consecutivo la contrada degli “Argini” ha vinto il “palio di batèi”.

Anche quest'anno la tradizionale e famosa gara dei battelli che si corre sulle acque del Navarolo a Commessaggio, organizzata dalla Pro loco, ha confermato lo spettacolo di sempre. Molti i turisti e i curiosi, ma anche soprattutto commessaggesi che nel pomeriggio di domenica 22 luglio  si sono riversati sul ponte di barche davanti al Torrazzo e lungo le due sponde del Navarolo per il tradizio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

COMMESSAGGIO. Per il quarto anno consecutivo la contrada degli “Argini” ha vinto il “palio di batèi”.

Anche quest'anno la tradizionale e famosa gara dei battelli che si corre sulle acque del Navarolo a Commessaggio, organizzata dalla Pro loco, ha confermato lo spettacolo di sempre. Molti i turisti e i curiosi, ma anche soprattutto commessaggesi che nel pomeriggio di domenica 22 luglio  si sono riversati sul ponte di barche davanti al Torrazzo e lungo le due sponde del Navarolo per il tradizionale palio della fiera di luglio, la cosiddetta “regata cun i batèi”. Nell'unica frazione prevista dal regolamento ha vinto la contrada degli “Argini” con il vogatore Davide Maffezzoli. Al secondo posto il “Borgo” con Corrado Pasquali, al terzo la “Chiesa” rappresentata da Riccardo Valenti. Per le altre due contrade sono scesi in acqua sul battello Umberto Amadei (Piazza) e Lanz Benvenuti (Teatro). La gara si è svolta su un tracciato di andata e ritorno di circa 600 metri.

La regata però è stata anche un momento di festa per tutto il paese addobbato nelle varie contrade. Il momento clou della tradizionale fiera di luglio organizzata dalla Pro loco, coordinata dalla presidentessa Paola Maffezzoli in collaborazione con il Comune, e in programma dal 14 al 23 luglio ha richiamato a Commessaggio numerosi visitatori provenienti da ogni parte della provincia e da quelle limitrofe.

Piazza, Argini, Chiesa, Borgo e Teatro anche quest'anno si sono dati aspra battaglia sulle acque del Navarolo in una gara molto dura sotto l'aspetto fisico che consiste principalmente nel fare scivolare più velocemente possibile sull’acqua il battello che veniva usato un tempo dai pescatori, con l’aiuto di un semplice palo in legno da premere sul fondo (come facevano i pescatori del luogo) e la forza esclusiva delle proprie braccia. A riportare poi l'atmosfera ai tempi dei Gonzaga ci hanno pensato i figuranti dei gruppi storici di Sabbioneta e Casalmaggiore in costume d'epoca che prima della gara hanno sfilato con trombe e tamburi partendo dal Municipio e percorrendo la via principale del paese per raggiungere il Torrazzo, dove sono state presentate le cinque contrade in gara davanti al Duca Vespasiano Gonzaga Colonna.

Tutte le iniziative fieristiche hanno avuto l’appoggio e il contributo dell’amministrazione comunale e sono a ingresso gratuito; quest'anno hanno dovuto subire alcune variazioni a causa delle avverse condizioni meteo. La serata dedicata alla vita di un tempo “Cumsas d'na volta” è stata rimandata alla prossima edizione della fiera 2019.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI