Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«La Grande Mantova farà risparmiare ai Comuni 32 milioni»

Lo studio dei Cinque Stelle allegato  al disegno di legge inviato in Regione

MANTOVA.Ventuno buone ragioni per avere un Comune unico tra Mantova, Porto Mantovano, San Giorgio, Curtatone e Borgo Virgilio. Sono quelle che il Comitato promotore Grande Mantova ha allegato al suo disegno di legge di iniziativa popolare inviato in Regione e che dovrebbero spingere prima tutti i mantovani a firmare per il referendum e poi i cittadini dei 5 Comuni a votare sì alla fusione.

Lo studio è stato realizzato dal capogruppo dei Cinque Stelle in Comune a Mantova Michele Annaloro parte ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA.Ventuno buone ragioni per avere un Comune unico tra Mantova, Porto Mantovano, San Giorgio, Curtatone e Borgo Virgilio. Sono quelle che il Comitato promotore Grande Mantova ha allegato al suo disegno di legge di iniziativa popolare inviato in Regione e che dovrebbero spingere prima tutti i mantovani a firmare per il referendum e poi i cittadini dei 5 Comuni a votare sì alla fusione.

Lo studio è stato realizzato dal capogruppo dei Cinque Stelle in Comune a Mantova Michele Annaloro partendo da quello che la società Local area network aveva svolto nel 2013 per conto della Fondazione Bam. La municipalità unica metterebbe insieme, secondo le proiezioni Istat al 2020, 111.104 cittadini, aumentando la coesione sociale.

STATUS DI CAPOLUOGO. Una Mantova da 48mila abitanti rischierebbe di perdere lo status di capoluogo. E con esso alcuni presìdi istituzionali quali la Prefettura, la Questura, i comandi provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco, la Camera di Commercio.

TRASFERIMENTI. Il Comune unico godrebbe di nuovi trasferimenti dallo Stato: 2 milioni di euro all’anno per dieci anni. Fondi europei Il Comune unico, come città-territorio, potrà intercettare più fondi europei.

RISPARMI DI SPESA. I 5 Comuni fusi otterrebbero risparmi sulla spesa pubblica dai 3,5 ai 7,5 milioni di euro fino ad arrivare a 32 milioni. Ci sarebbero anche risparmi sulla spesa corrente e sull’acquisto di beni e servizi attorno al 10% del totale dei bilanci correnti. I risparmi, inoltre, derivanti dalla gestione associata dei servizi si aggirerebbe tra il 3% e l’8%, cioè tra i 3,5 milioni e i 6,5 milioni di euro. Ci sarebbero minori spese anche per la politica. Un Comune più grande avrà più forza contrattuale nelle gare d’appalto e riuscirà a spuntare ribassi d’asta più consistenti.

SERVIZI AI CITTADINI. La municipalità unica consente di mantenere inalterati i servizi nei Comuni, sebbene si procederà al loro accorpamento (uffici postali, scuole, municipio, trasporti pubblici). Ci sarà un solo comando della Polizia locale e più risorse per i servizi sociali. Il Comune unico avrà anche un maggior peso politico con Governo e Regione per attrarre investimenti in infrastrutture e servizi.

RIQUALIFICAZIONE URBANA. Con il Comune unico basta alla nuova edilizia residenziale per puntare, invece, alla riqualificazione urbana di tutti i centri storici e all’insediamento di attività produttive ad elevato contenuto tecnologico.

LEGALITA'. Nella Grande Mantova l’infiltrazione mafiosa in alcuni Comuni non avverrà più. Mentre a Curtatone sono arrivate da Cutro 500 famiglie che rappresentavano circa il 20% del corpo elettorale che poteva influire sull’esito del voto, nella Grande Mantova il loro impatto sarebbe solo del 2%.