Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Bomba d'acqua nella Bassa: allagamenti a Revere e Ostiglia

Pioggia fortissima dopo il caldo torrido: intere vie come laghi, cantine e scantinati trasformati in piscine

OSTIGLIA-REVERE. Nemmeno un’ora di pioggia, ma di un’intensità tale da mettere in ginocchio due paesi. Strade in pochi minuti trasformate in corsi d’acqua, cantine e scantinati allagati. Prima che la macchina dell’allerta si attivi, una sessantina di abitazioni sono raggiunte dal liquido fangoso che invade le strade più basse dei due paesi. Un centinaio fra volontari vigili ed operatori lavoreranno tutta la mattina per scongiurare il peggio. Alla fine non vi sarà bisogno di evacuazione o sgo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

OSTIGLIA-REVERE. Nemmeno un’ora di pioggia, ma di un’intensità tale da mettere in ginocchio due paesi. Strade in pochi minuti trasformate in corsi d’acqua, cantine e scantinati allagati. Prima che la macchina dell’allerta si attivi, una sessantina di abitazioni sono raggiunte dal liquido fangoso che invade le strade più basse dei due paesi. Un centinaio fra volontari vigili ed operatori lavoreranno tutta la mattina per scongiurare il peggio. Alla fine non vi sarà bisogno di evacuazione o sgomberi, ma la rabbia fra i cittadini è tanta.

Le prime gocce sono cadute poco dopo le 7 di giovedì 2 agosto, preannunciate da un forte vento. La perturbazione, potenziata dal forte calore dei giorni scorsi, si scarica partendo dalle zone a ridosso con il Veronese. I primi allagamenti di verificano fra Castel d’Ario, Roncoferraro e fino a Porto Mantovano, dove si registrano 33 millimetri caduti con una intensità da pioggia tropicale 250 millimetri/ora.
 
 
Scendendo verso sud est, l’acquazzone prende forza. Gli idrometri situati ad Ostiglia schizzano a 75 millimetri, la pioggia che cade mediamente in un mese. Quasi 70 dall’altra parte del Po, a Revere di Borgo Mantovano. 

In poche decine di minuti è il sistema di smaltimento delle acque che va in tilt e il livello inizia a crescere nelle strade. Sino a mezzo metro in alcuni punti nelle vie e quartieri più colpiti di Ostiglia. La zona Trabucchi, le aree di via Porto e via Visi, il quartiere San Romano. Scantinati ed i garage di decine di case vengono invasi. Via Veneto, via Aia Madama, gli scantinati dell’Unicredit, ma anche il centro storico (via Aia Madama, via Belfanti e via Vittorio Veneto in particolare) poche le zone che si salvano dalla bomba d’acqua. 

Ostiglia va sott'acqua, una giornata di disagi

«Sono uscita di casa e ho aperto la porta - dice una signora - Ho visto il bidoncino della raccolta differenziata che si muoveva galleggiando ed ho capito». A Revere finiscono sott’acqua una decina di scantinati e la casa di riposo, che avrà allagata cucina, locali tecnici e vano ascensore. 
 

Disagi a Revere. Il sindaco: "Ora lavoriamo perché non accada più"

Scatta il piano di emergenza. Nei due Comuni convergono sette squadre dei vigili del fuoco con 16 persone e 7 automezzi. La Provincia, in contatto con i due sindaci, dispone il piano di protezione civile che prevede l’allertamento della colonna mobile: convergono nei due Comuni 4 squadre locali, più due esterne per un totale di 30 uomini che allestiscono la base operativa al centro commerciale Ciminiera di Ostiglia.

Disagi per la bomba d'acqua, emergenza a Revere

Il piano prevede l’evacuazione dei quarantacinque ospiti della casa di riposo di Revere nel caso la situazione peggiori. Non accadrà, ed i disagi rientreranno nelle prime ore del pomeriggio quando anche il prefetto di Mantova, Carlo Lombardi, si reca di persona constatando il rientro dell’emergenza. 

Allagamenti, si è detto, anche a Porto Mantovano, in particolare in via Canova a Montata Carra. Questa la comunicazione del Comune diffusa tramite Facebook:

COMUNICAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE SUL TEMPORALE DI QUESTA MATTINA⚠️

➡️Concomitanza tra il temporale di eccezionale intensità non prevista e l’irrigazione in corso, in questi giorni di grande siccità, dei campi agricoli. 
È stato questo il fattore che ha determinato il mancato defluire dell’acqua nel fossato di fianco strada Montata, a Montata Carra,
causando gli allagamenti segnalati dai cittadini di Porto Mantovano, come in tante altre parti della Provincia dove si sono verificati disagi.

La situazione a Montata Carra