Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

No del Tar al deposito sul tracciato del Tibre

Bozzolo Niente da fare per l’agricoltore di Bozzolo che intendeva realizzare un ricovero di scorie agricole sul suo terreno interessato, però, dal percorso del Tibre. Il Tar ha respinto il ricorso...

Bozzolo

Niente da fare per l’agricoltore di Bozzolo che intendeva realizzare un ricovero di scorie agricole sul suo terreno interessato, però, dal percorso del Tibre. Il Tar ha respinto il ricorso (ma potrebbe presentare appello), condannandolo al pagamento delle spese di giudizio di 2.500 euro. Il ricorso era stato presentato il 9 marzo 2011 contro il Comune, che aveva negato la realizzazione spiegando che non era permesso dal Piano di governo del territorio, in quanto l’area era vincolata ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Bozzolo

Niente da fare per l’agricoltore di Bozzolo che intendeva realizzare un ricovero di scorie agricole sul suo terreno interessato, però, dal percorso del Tibre. Il Tar ha respinto il ricorso (ma potrebbe presentare appello), condannandolo al pagamento delle spese di giudizio di 2.500 euro. Il ricorso era stato presentato il 9 marzo 2011 contro il Comune, che aveva negato la realizzazione spiegando che non era permesso dal Piano di governo del territorio, in quanto l’area era vincolata dal percorso del Tirreno-Brennero.

Divieto che era stato introdotto nel Pgt e riconfermato a ogni scadenza in quanto il percorso dell’autostrada era stato fatto proprio dalla Regione: se il Comune non avesse introdotto il vincolo, il Pgt di Bozzolo non sarebbe, quindi, stato approvato.

Il ricorso è stato seguito con interesse e ha diviso il paese. C’era chi sosteneva che le prescrizioni non hanno più senso, dato che dopo tanti anni l’autostrada non verrà più realizzata o, comunque, si sarebbe dovuto porre un limite ragionevole all’inizio dei lavori. Altri, invece, erano del parere che il tracciato, anche se danneggia l’agricoltura, continua a sussistere insieme alle relative prescrizioni, fino a un’eventuale revoca. —

A.P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI