Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mantova, tutto pieno per il Festivaletteratura: «E' sempre una garanzia»

Gli hotel del centro sono al completo, restano solo le ultime camere più costose Gli albergatori: «Prenotazioni mesi fa e c’è chi si porta avanti di anno in anno». Bene anche gli agriturismi e i bed and breakfast

MANTOVA. La macchina del Festivaletteratura si metterà ufficialmente in funzione dal 5 al 9 settembre ma Mantova è già pronta per risvegliarsi e le strutture alberghiere si preparano ad ospitare scrittori, editori e semplici appassionati di libri.

Centro pieno. «Le prenotazioni sono in linea con gli altri anni – commenta Roberto Tebaldini, referente sezione alberghi di Confesercenti – Si tratta di un appuntamento consolidato che ci regala risultati certi. Gli alberghi in centro sono già pieni ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA. La macchina del Festivaletteratura si metterà ufficialmente in funzione dal 5 al 9 settembre ma Mantova è già pronta per risvegliarsi e le strutture alberghiere si preparano ad ospitare scrittori, editori e semplici appassionati di libri.

Centro pieno. «Le prenotazioni sono in linea con gli altri anni – commenta Roberto Tebaldini, referente sezione alberghi di Confesercenti – Si tratta di un appuntamento consolidato che ci regala risultati certi. Gli alberghi in centro sono già pieni da mesi o addirittura dallo scorso anno. E le poche camere rimaste saranno sicuramente occupate a breve. Gli affezionati della rassegna letteraria fermano una camera dodici mesi prima, altri già da gennaio. Sanno che prenotando all’ultimo minuto non troverebbero hotel centrali disponibili. Ci sono ancora posti nell’hinterland, ma avvicinandoci alla data di inizio del festival anche questi raggiungeranno il tutto esaurito».

Il target. Ad aver già bloccato una camera sono per lo più coppie e amici, poche le famiglie, spiega Tebaldini. Persone anche giovani sui 25- 30 anni, ma la maggior parte dei frequentatori della kermesse del libro sono over 40. Tanti gli italiani dalle regioni del Nord e del Centro, pochi gli stranieri: quelli presenti arrivano a Mantova per caso. Le notti più richieste sono quelle dal giovedì al sabato. «Il mercoledì è poco gettonato, probabilmente perché è il primo giorno».

La permanenza. Parole simili arrivano dal presidente di Federalberghi Confcommercio Mantova Gianluca Bianchi che conferma come chi desidera vivere il festival comodamente a piedi, senza dover ogni giorno spostarsi con la macchina, si è mosso per tempo per assicurarsi un alloggio. «Si va verso il tutto esaurito. Nessuna variazione rispetto agli altri anni. Il centro è pieno e a cascata le prenotazioni interessano la Grande Mantova. In molti viaggiano soli, ci sono poi alcune coppie. Tutti adulti e anche di una certa età. I più trascorrono in città 2/3 notti. La sera di punta è quella del venerdì. Molto richiesto poi anche il sabato e un buon risultato lo stiamo ottenendo nelle sere di mercoledì e giovedì. Domenica è la giornata più tranquilla».

Gli agriturismi. Bene anche gli agriturismi dove la domanda è in aumento. «Stiamo avendo dei risultati interessanti- spiega Marco Boschetti, presidente del Consorzio Agrituristico Mantovano-. C’è sicuramente chi si rivolge a noi per necessità trovando gli alberghi già pieni, ma anche chi sceglie l’agriturismo per lo stile di vita che lo contraddistingue. Le strutture più richieste sono quelle collocate nella prima cintura della città, che ampliano oltretutto l’offerta mettendo a disposizione navette gratuite per arrivare in centro e tornare in serata nei propri alloggi, per poi allargarci fino a San Giorgio e Curtatone». Anche chi opta per un tipo di pernottamento maggiormente bucolico evita i last minute e prenota con molte settimane di anticipo. «Si tratta di persone giovani, soprattutto italiani che vivono in un raggio di 150 chilometri da Mantova. Appassionati che frequentano il festival da anni. Arrivano al giovedì sera e ripartono alla domenica» conclude Boschetti.

Il test. Anche noi abbiamo voluto effettuare un test. Abbiamo vestito i panni dei turisti e ci siamo messi alla ricerca di una camera per partecipare al Festivaletteratura.
Apriamo un noto portale per le prenotazioni sul web, proprio come farebbe un turista che in questi giorni vuole prenotare una camera con arrivo venerdì 7 e partenza domenica 9. Il portale turistico inizia subito ad informarci che il 95% delle strutture non è disponibile nelle date scelte e ci consiglia di guardare hotel nei dintorni: San Biagio o anche Nogarole Rocca. Proviamo comunque a cercare qualcosa in centro a Mantova per poter così vivere il festival e la città con la massima tranquillità e comodità senza la necessità della macchina. Le possibilità per alloggiare in zona centrale sono pochissime: ne viene segnalata solamente una, e il prezzo non è per le tasche di tutti. Una camera per due notti per due persone: 798 euro. Ci allontaniamo dal centro storico restando in un raggio di 4 chilometri. Le camere libere sono poche con prezzi intorno ai 250-300 euro sempre per due notti e due adulti. Per restare sotto la soglia dei 200 euro non resta che spostarci ed alloggiare ad almeno cinque chilometri dal centro. Proviamo così a sfogliare le proposte di un altro portale e i risultati sono simili. Per il centro le possibilità sono limitate e per il fine settimana del festival occorre sborsare dai 600 agli 800 euro circa.
Per rimanere intorno ai 200 euro occorre allontanarci di circa tre chilometri.

Bed and breakfast e Airbnb. Tra le opzioni possibili per soggiornare a Mantova durante il Festivaletteratura ci sono poi ovviamente i bed&breakfast. Anche in questo caso chi si è prenotato per tempo ha potuto scegliere le location migliori e i prezzi più convenienti. Le richieste, infatti, sono state numerose anche per questo tipo di sistemazione. On-line ne troviamo diversi in zona centro già al completo, altri che chiedono per due persone per il fine settimana dai 200 ai 350 euro. In periferia invece si può spendere poco più di 100 euro. Ci sono ancora disponibilità anche rivolgendosi al popolare sito AirBnb dove i prezzi variano notevolmente. Si va infatti dai 64 euro a notte per la zona di piazzale Gramsci ai 212, sempre a notte, per un monolocale in un edificio storico del centro. 

Barbara Rodella