Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un altro polo commerciale con discount e negozi

Via al progetto da 40mila metri quadri: il nuovo comparto in zona Quattroventi. Il complesso sorgerà a fianco del Gigante e comprenderà l’ex stabilimento Ival



CURTATONE. Un nuovo polo commerciale comprendente medie e piccole strutture di vendita. La superficie di 40mila metri quadri oggi incolta di fronte al parco Quattroventi, il cui fulcro è l’Iper Il Gigante, è destinata a trasformarsi in un nuovo punto di rilancio dell’offerta commerciale, peraltro già assai vasta. Il tentativo viene dalla riminese G. P. Engineering group, associazione di studi professionali che si occupa di progettazione integrata di opere civili, ambientali e infrastrutture ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter



CURTATONE. Un nuovo polo commerciale comprendente medie e piccole strutture di vendita. La superficie di 40mila metri quadri oggi incolta di fronte al parco Quattroventi, il cui fulcro è l’Iper Il Gigante, è destinata a trasformarsi in un nuovo punto di rilancio dell’offerta commerciale, peraltro già assai vasta. Il tentativo viene dalla riminese G. P. Engineering group, associazione di studi professionali che si occupa di progettazione integrata di opere civili, ambientali e infrastrutture in Italia e all’estero e che fa capo a Gianpiero Pirazzini: «Siamo alle battute iniziali – spiega Pirazzini – abbiamo presentato i progetti in Comune e stiamo trattando con gli investitori».

La localizzazione è strategica: oggi entrando dall’accesso principale, attraverso la rotonda sulla Cremonese, il parco commerciale Quattroventi è sulla sinistra di viale De Laugier, la direttrice divisa da uno spartitraffico. Sulla destra sino ad oggi le aree edificate sono andate a rilento. L’LD Market, il Maxy Toys e poco più.

Ma nelle intenzioni degli iniziali progettisti, quello doveva essere l’asse centrale di una espansione che poi non c’è stata. Solo recentemente qualcosa si è mosso.

Si è partiti dallo stabilimento dismesso della Ival, la cartotecnica con sede a Buscoldo che qui aveva uno dei propri stabilimenti. Lo scorso settembre la società L.L. srl, con sede a Milano, ha presentato la richiesta di autorizzazione all’esercizio di una media superficie di vendita di 2.492 metri (sotto la soglia dei 2.500 metri quadri) mentre contestualmente il proprietario, la società Cartotecnica Ival spa, ha chiesto il permesso di costruire le la ristrutturazione del capannone esistente ed il cambio di destinazione d’uso per l’insediamento di una nuova attività di commercio al dettaglio.

La pratica è andata a buon fine, anche se al momento non sono ancora iniziati i lavori di ristrutturazione. A gennaio i due progettisti, l’ingegner Alberto Mani di Mantova e l’architetto Luciano Pastorio di Canneto, hanno presentato un aggiornamento al progetto con il quale vengono destinati oltre 3mila metri quadri ad uso pubblico (parcheggio e 854metri quadri di verde).

Quest’anno anche le aree fra la ex Ival e la via De Laugier sono state oggetto di un progetto di sviluppo commerciale. A presentarlo la G.P. Engineering che nella illustrazione segna che il comparto ha una destinazione commerciale e una superficie di circa 40mila metri quadri.

«L'area – spiega la G.P. – è stata suddivisa in tre stralci funzionali, di cui uno che prevede il recupero di un immobile industriale esistente con riuso commerciale (ex Ival ndr), e gli altri due di nuova costruzione. I primi due sono in corso di attuazione ed il terzo in fase di pre-commercializzazione».

Il secondo stralcio ha già superato la prima conferenza di servizi e prevede la costruzione di cinque edifici, due dei quali saranno affiancati per ospitare un discount ed una media superficie di vendita nel settore cleaning (pulizie personali e per la casa). Gli altri tre, nella presentazione, sono destinati a ospitare un negozio per accessori auto e moto, e uno per vendita di cialde di caffè con degustazione. L’ultimo è un ristorante giapponese. —