Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I due incroci sono più sicuri: ecco i semafori intelligenti

Lavori in via 4 Novembre all’intersezione con via Donatori Sangue e via Roma. Realizzati un passaggio pedonale rialzato e un’isola spartitraffico 

CASALMORO. Con i lavori da poco ultimati, il Comune di Casalmoro vuole creare valore per i residenti realizzando alcune opere di urbanizzazione per ottimizzare il transito, con auto o a piedi, nelle vie del paese e renderlo in totale sicurezza. «Al momento mancano ancora alcuni vasi che completeranno l’arredo urbano, ma serviranno più che altro per abbellire, perché tutto il necessario è già stato realizzato - spiega il sindaco Franco Perini - I lavori erano iniziati nel mese di giugno e son ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASALMORO. Con i lavori da poco ultimati, il Comune di Casalmoro vuole creare valore per i residenti realizzando alcune opere di urbanizzazione per ottimizzare il transito, con auto o a piedi, nelle vie del paese e renderlo in totale sicurezza. «Al momento mancano ancora alcuni vasi che completeranno l’arredo urbano, ma serviranno più che altro per abbellire, perché tutto il necessario è già stato realizzato - spiega il sindaco Franco Perini - I lavori erano iniziati nel mese di giugno e sono durati poco più di un mese. Abbiamo atteso il semaforo a tempo, che in ogni caso era nel progetto di previsione».

Il sindaco e la sua amministrazione, quindi, puntano sulla sicurezza, argomento cruciale del mandato. I lavori sono in particolar modo quelli visibili alla fine di via 4 Novembre, all’intersezione con via Donatori Sangue e via Roma, dove sono stati realizzati un passaggio pedonale rialzato e, al centro della carreggiata, uno spartitraffico.

Tutti i segnali, siano essi luminosi, verticali o orizzontali, sono già stati dislocati nei vari punti strategici. «Il progetto era nato per trovare una soluzione per mettere in sicurezza i pedoni. Volevamo regolarizzare il traffico - prosegue il sindaco - Questo incrocio dava vita ad angoli che risultavano difficili, in particolar modo per chi desiderava attraversare o chi usciva dalle Poste, che sono localizzate proprio su questa intersezione di strade».

Altro punto caldo dell’area è sicuramente l’incrocio successivo di via Roma con via Piave. Prima, lungo la tratta, era ben difficile capire chi potesse passare per primo, chi solo dopo, e, soprattutto se dall’altro lato della strada potesse sopraggiungere qualcuno vista la scarsa visibilità data dalle case che sorgono nei pressi, proprio sul ciglio della strada. Ingorghi e code erano quasi all’ordine del giorno.

«Vista la situazione abbiamo deciso di inserire un semaforo intelligente che grazie ai sensori che rilevano il passaggio: appena intercettano un movimento, da rosso diventa verde. Se capta la presenza di altre auto, il semaforo ritarda il rosso per farle passare - puntualizza il sindaco - al momento i risultati si notano perché non ho ancora visto code all’incrocio». Dopo un primo periodo di assestamento, in particolare riguardo la nuova logica di transito nelle vie, ora sembrerebbe tutto rientrato nella normale quotidianità. «Il mio parere a riguardo è positivo, sembra ci sia più ordine e attenzione - conclude Perini - abbiamo inserito anche un piccolo semaforo all’altezza di un portone che si trova proprio sull’incrocio in modo tale da facilitare anche l’uscita delle persone». —