Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un altro cane ferito a colpi di carabina. Salvo dopo l’intervento

Il rigonfiamento provocato dal pallino. Foto da Facebook

Operato per la rimozione del pallino, ora Balù sta bene

OSTIGLIA. Ancora un caso di maltrattamenti sugli animali. Dopo la vicenda di Birillo, il cane meticcio ucciso a colpi di carabina all’inizio dell’estate a San Benedetto - che ha portato alla denuncia di un uomo - ancora un cagnolino ferito da un colpo di carabina. È successo a Ostiglia, ma non si sa con precisione quando, probabilmente ad aprile. I proprietari del cane, Balù, un meticcio maschio di sette anni, quindici chili circa, avevano notato un rigonfiamento all’altezza del costato del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

OSTIGLIA. Ancora un caso di maltrattamenti sugli animali. Dopo la vicenda di Birillo, il cane meticcio ucciso a colpi di carabina all’inizio dell’estate a San Benedetto - che ha portato alla denuncia di un uomo - ancora un cagnolino ferito da un colpo di carabina. È successo a Ostiglia, ma non si sa con precisione quando, probabilmente ad aprile. I proprietari del cane, Balù, un meticcio maschio di sette anni, quindici chili circa, avevano notato un rigonfiamento all’altezza del costato del cane.

L’avevano portato dal veterinario, che aveva prescritto antibiotici. La cisti si era sgonfiata. 
«Finito l’effetto degli antibiotici, la cisti si è gonfiata nuovamente. Balù era dolorante e affaticato» racconta il proprietario Giuliano Naldi che abita in via Aia Madama. Balù allora è stato portato alla clinica del dottor Gino Piccinini a Ostiglia e sottoposto a radiografia da cui è emerso che c’era un pallino conficcato proprio sotto le costole, a mezzo centimetro dai polmoni.

«Credevo si trattasse di un tumore, l’ho sottoposto a una radiografia e ho trovato il pallino di piombo» spiega il veterinario.

L’intervento è stato piuttosto complesso, ma il medico è riuscito a toglierlo. Ora il cane sta bene ed è tornato dai suoi padroni.

«È un animale buonissimo, impossibile che abbia dato fastidio. Immagino si sia trattata di una ragazzata, ma un animale poteva morire».

Sia i proprietari sia il veterinario hanno presentato la denuncia ai carabinieri, al momento contro ignoti. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.