Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Apre il cantiere del Ducale. Un anno e mezzo di lavori

Seconda fase di restauri dopo i danni del terremoto: costeranno 900mila euro. A breve la gara per il teatro, usato come cinema. Interventi al via a fine anno 

BORGO MANTOVANO. Tra la fine del 2018 e l’inizio del prossimo anno cominceranno i lavori di recupero del Palazzo Ducale di Revere. Si tratta della seconda fase di restauri dopo i danni provocati dalle scosse di terremoto del 2012. Quest’ultimo intervento costerà tra gli 800 e i 900mila euro. L’altro recupero, che dovrebbe partire nello stesso periodo, è quello del Teatro Ducale del paese. Si tratta della fase di ricostruzione post terremoto: il centro più colpito del nuovo Comune di Borgo Ma ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORGO MANTOVANO. Tra la fine del 2018 e l’inizio del prossimo anno cominceranno i lavori di recupero del Palazzo Ducale di Revere. Si tratta della seconda fase di restauri dopo i danni provocati dalle scosse di terremoto del 2012. Quest’ultimo intervento costerà tra gli 800 e i 900mila euro. L’altro recupero, che dovrebbe partire nello stesso periodo, è quello del Teatro Ducale del paese. Si tratta della fase di ricostruzione post terremoto: il centro più colpito del nuovo Comune di Borgo Mantovano è proprio Revere.

La gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori al Palazzo Ducale si chiuderà il 24 settembre. Una volta aggiudicato il bando, sarà necessario aspettare i 30 giorni previsti per legge e, se non ci saranno ricorsi, si potrà poi procedere con l’apertura del cantiere. Un cantiere che dovrebbe durare poco meno di due anni. L’obiettivo della nuova amministrazione è quello di realizzare all’interno del palazzo un centro culturale, che ospiterà spazi espositivi, la sede della biblioteca, sale conferenze e la sede di associazioni culturali del territorio. Nel Ducale torneranno anche la sala consiliare e l’ufficio di rappresentanza del sindaco: l’edificio era la sede del Comune.

Durante il cantiere si cercherà di mantenere comunque in attività le parti del palazzo già ristrutturate. Anche perché sono già in calendario alcune mostre importanti per il prossimo anno. In un primo momento si temeva che il cantiere potesse penalizzare fortemente l’utilizzo dello stabile. Il cantiere sarà particolarmente impegnativo: è previsto un anno e mezzo di attività. L’intervento sul palazzo, realizzato nella seconda metà del ’400 da Luca Fancelli, è particolarmente complesso e i costi verranno quasi totalmente finanziati dallo Stato.

La struttura presentava diversi danni. Un primo intervento si era concentrato sull’ala ovest del palazzo, ma rimangono da recuperare l’ala est e la parte centrale, dove avevano sede gli uffici del Comune. Questo intervento si concentrerà sul consolidamento della struttura, in particolare sulle coperture: verranno messi in sicurezza i camini e si lavorerà per fissare le tegole, che anche a causa della pendenza del tetto si spostano e rischiano di cadere. Dopo che il palazzo sarà stato adeguato alla normativa antisismica, si valuteranno anche interventi sugli interni, in base alle funzioni d’uso cui verranno destinati gli spazi.

È, invece, di 617mila euro il costo per recuperare il Teatro Ducale del paese, finanziato con fondi per la ricostruzione. Il progetto esecutivo è già stato presentato e ora sono in corso alcuni aggiustamenti sulle cifre, ma a breve si dovrebbe aprire la gara d’appalto. Secondo le previsioni, i tempi per l’apertura del cantiere dovrebbero essere gli stessi del palazzo. Il teatro di Revere, che viene usato come cinema, ha subito danni alle coperture e ci sono anche infiltrazioni d’acqua all’interno. Altri problemi sono stati registrati sulla facciata nord, con anche il distacco di alcuni calcinacci. Lavori di messa in sicurezza erano già stati eseguiti e lo stabile è sicuro, ma con questo intervento si procederà a una ristrutturazione più completa e definitiva. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI