Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

A Roncoferraro controllo di vicinato e sicurezza stradale

I progetti approvati questa settimana dalla giunta comunale 

RONCOFERRARO. Occhi aperti su quanto accade in paese. E nessuna intenzione di sostituirsi alle forze dell’ordine o intralciarne il lavoro. È lo spirito che anima il progetto di controllo del vicinato che partirà a Roncoferraro. La giunta, giovedì mattina, ha dato il via libera al progetto, che sarà gestito dall’Acdv, l’associazione che è già attiva da qualche anno in molti comuni vicini.

Sono una sessantina le persone che hanno dato la propria disponibilità per partecipare, come volontari, ai ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

RONCOFERRARO. Occhi aperti su quanto accade in paese. E nessuna intenzione di sostituirsi alle forze dell’ordine o intralciarne il lavoro. È lo spirito che anima il progetto di controllo del vicinato che partirà a Roncoferraro. La giunta, giovedì mattina, ha dato il via libera al progetto, che sarà gestito dall’Acdv, l’associazione che è già attiva da qualche anno in molti comuni vicini.

Sono una sessantina le persone che hanno dato la propria disponibilità per partecipare, come volontari, ai programmi dei gruppi di controllo, per i quali è già stato attivato un protocollo d’intesa con la prefettura. «I numeri ci dicono che i furti sono in calo – spiega il sindaco Federico Baruffaldi – ma noi intendiamo intervenire soprattutto sulla percezione della sicurezza, senza mai sostituirci, tra l’altro, alle forze dell’ordine». Obiettivo dell’amministrazione è dare un taglio sociale al progetto: «Vogliamo anche ricostruire il senso di appartenenza al paese e alla comunità. Se c’è un anziano solo, per esempio, deve capire di poter contare su una rete di solidarietà».

Ancora la sicurezza, ma in questo caso quella stradale, è invece oggetto di un’altra iniziativa dell’amministrazione: la giunta ha dato il via libera a uno studio di fattibilità per riqualificare la provinciale da Roncoferraro a Cadé, nel tratto che da Nosedole porta a Villa Garibaldi. «Questa strada, che attraversa tre centri abitati, è pericolosa, soprattutto per ciclisti e pedoni. Intendiamo investire per renderla più sicura». Tempo fa la Provincia è intervenuta con l’asfaltatura, e il Comune ha incaricato la stessa ditta per allargare la strada, e renderla transitabile in sicurezza anche a biciclette e pedoni, nel tratto del centro abitato di Barbassolo. Lo studio di fattibilità riguarderà tutta la porzione di provinciale compresa tra Nosedole e Villa Garibaldi. Saranno analizzati i costi e le varie possibilità alternative, compresa la realizzazione di una tangenziale.