Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

In paese a 160 chilometri all’ora: corse di notte sulla Goitese

L’allarme del sindaco: «La maggior parte dei multati ha superato i 110». Il primato negativo di un automobilista che adesso dovrà pagare 892 euro  

GUIDIZZOLO. Folle velocità nella notte a Guidizzolo. A lanciare l’allarme è il primo cittadino Stefano Meneghelli. «Abbiamo controllato i dati del nostro velox fisso (che si trova all’ingresso del paese per chi arriva da Castiglione, ndr) e abbiamo scoperto che nella notte c’è un’alta percentuale di automobilisti che superano ampiamente il limite di velocità dei 50 chilometri orari».

La maggior parte dei mezzi multati di notte passa a velocità comprese fra i 110 e i 150 chilometri all’ora. «U ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GUIDIZZOLO. Folle velocità nella notte a Guidizzolo. A lanciare l’allarme è il primo cittadino Stefano Meneghelli. «Abbiamo controllato i dati del nostro velox fisso (che si trova all’ingresso del paese per chi arriva da Castiglione, ndr) e abbiamo scoperto che nella notte c’è un’alta percentuale di automobilisti che superano ampiamente il limite di velocità dei 50 chilometri orari».

La maggior parte dei mezzi multati di notte passa a velocità comprese fra i 110 e i 150 chilometri all’ora. «Un dato sconvolgente – commenta Meneghelli – se si pensa che sulla statale vige il limite dei 50 chilometri all’ora», un limite imposto a seguito delle gravi condizioni in cui versa il manto stradale.

«Non solo – aggiunge - di fatto chi transita a quelle velocità è ormai nel centro abitato, dove ci sono persone che attraversano, a piedi e in bicicletta, la provinciale». Il record negativo è detenuto da un automobilista che di recente «è passato ai 160 chilometri all’ora». L’uomo è stato sanzionato con una multa da 829 euro, la sospensione della patente da sei a dodici mesi e dieci punti in meno sulla patente.

L’ingresso di Guidizzolo è al termine di un lungo rettilineo che inizia in località Crocevia di Medole. Le auto, sempre più spesso e soprattutto di notte, arrivano dunque sparate a Guidizzolo e non accennano a rallentare.

«Anche quando il limite era ai 70 all’ora c’era questo problema» conferma Meneghelli, che ha deciso di intervenire con azioni concrete. «Abbiamo siglato di recente un accordo di reciproca collaborazione con la polizia locale di Pozzolengo». Con questo accordo le due polizie locali collaboreranno in occasione di eventi e manifestazioni, ma non solo.

«La polizia locale di Pozzolengo, che ringrazio per questa decisione di collaborare, ha una postazione mobile di rilevamento della velocità. E l’accordo ci consentirà di collaborare anche sul fronte della prevenzione e della punizione di questi comportamenti estremi e pericolosi» aggiunge Meneghelli.

Le due polizie locali scendono in campo, dunque, da un lato per aiutarsi a vicenda in occasione delle molte manifestazioni che animano i due comuni, e allo stesso tempo per provare ad arginare il fenomeno dell’alta velocità che, nel caso di Guidizzolo, rischia davvero di procurare gravi situazioni di pericolo.

Il Comune di Guidizzolo ha un velox fisso all’ingresso (per chi arriva da Castiglione) e uno all’uscita, sul territorio di Cavriana: di fatto è uno dei comuni dove i deterrenti all’alta velocità sono più presenti. Tuttavia il territorio comunale, e in particolare modo il centro abitato, si trovano fra due lunghi rettilinei dove gli automobilisti amano schiacciare l’acceleratore, incuranti dei molti cartelli che attestano che il limite è di 50 chilometri all’ora e, soprattutto, delle condizioni disastrose in cui versa il manto stradale.