Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

È morto il canoista colpito da infarto

Il malore sull'Isola Boschina. L'uomo, 67 anni, bresciano, stava per affrontare una nuova tappa della discesa a remi da Mantova a Ferrara

OSTIGLIA. Non ce l'ha fatta Claudio Farina, 67 anni, bresciano, colpito da un infarto nella mattina  di sabato 1 settembre in spiaggia a Ostiglia, sull'isola Boschina, in attesa di partire per la terza tappa della discesa a remi non competitiva sul fiume Po, Mantova-Ferrara.

Il pensionato è deceduto all'ospedale di Cremona dove era stato trasportato in eliambulanza dopo il malore sopraggiunto improvvisamente alle 8 circa del mattino. Le sue condizioni erano parse subito molto gravi, e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

OSTIGLIA. Non ce l'ha fatta Claudio Farina, 67 anni, bresciano, colpito da un infarto nella mattina  di sabato 1 settembre in spiaggia a Ostiglia, sull'isola Boschina, in attesa di partire per la terza tappa della discesa a remi non competitiva sul fiume Po, Mantova-Ferrara.

Il pensionato è deceduto all'ospedale di Cremona dove era stato trasportato in eliambulanza dopo il malore sopraggiunto improvvisamente alle 8 circa del mattino. Le sue condizioni erano parse subito molto gravi, e solo l'intervento immediato del soccorritori del 118 e della Protezione Civile, che l'hanno rianimato per oltre un'ora, hanno consentito di trasportarlo in ospedale ancora vivo. Prima di accasciarsi al suolo è riuscito a segnalare agli uomini della Protezione Civile che si sentiva male. La tappa conclusiva, da Felonica a Ferrara, che avrebbe dovuto svolgersi domenica 2 settembre, è stata annullata.

I funerali del 67enne, originario di Desenzano del Garda, sono stati fissati martedì 4 a Rivoltella del Garda. Una delegazione mantovana degli organizzatori della manifestazione della Discesa a remi, parteciperà al rito funebre. Claudio Farina era un esperto canoista, uno sportivo scrupoloso.

Sabato mattina, dopo aver trascorso la notte al campo base allestito all'Expo di Ostiglia, si era alzato molto presto, tanto che alle 7 circa aveva incrociato nella piazza del centro alcuni degli organizzatori della tappa locale per la colazione. Da solo, si è poi avviato a piedi dal centro storico verso l'isola Boschina, percorrendo l'argine maestro, per mettere a punto la sua canoa con tutta tranquillità. E' stato uno dei primi ad arrivare in spiaggia, dove a quell'ora c'erano solo i volontari della Protezione Civile. Erano le 8 circa e dalla riva della spiaggia, prima di accasciarsi al suolo, è riuscito a segnalare agli uomini della Protezione Civile che si sentiva male. A quel punto si è attivata la macchina dei soccorsi giunti da Pieve di Coriano in pochi minuti.