Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Inaugurato il masso del Monte Grappa in onore dei Caduti

Ieri mattina la cerimonia  al nuovo monumento donato dall’Associazione militari  in congedo e dall’ex  parlamentare Gastone Savio 

Solferino-Cavriana

Il nuovo monumento all’Unità d’Italia e alla memoria dei Caduti del Risorgimento e della Prima guerra mondiale è stato inaugurato ieri mattina a Solferino. Il masso del Monte Grappa, donato dall’associazione dei Militari in congedo di Cavriana e Solferino, con il sostegno di Gastone Savio, ex parlamentare di Solferino, anima di molte iniziative di questo genere, è stato svelato alla presenza del prefetto Sandro Lombardi, del presidente della provincia Beniamino Morselli, e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Solferino-Cavriana

Il nuovo monumento all’Unità d’Italia e alla memoria dei Caduti del Risorgimento e della Prima guerra mondiale è stato inaugurato ieri mattina a Solferino. Il masso del Monte Grappa, donato dall’associazione dei Militari in congedo di Cavriana e Solferino, con il sostegno di Gastone Savio, ex parlamentare di Solferino, anima di molte iniziative di questo genere, è stato svelato alla presenza del prefetto Sandro Lombardi, del presidente della provincia Beniamino Morselli, e dei sindaci di Solferino e di Cavriana, Gabriella Felchilcher e Giorgio Cauzzi.

«Il monumento in onore di tutti i Caduti sia memoria storica per i giovani, e possa suscitare in loro amor di patria fino alla partecipazione attiva per esprimere riconoscenza a tutti i combattenti e un sentimento di pietà verso i caduti» ha detto Savio.

Al centro dell’installazione si trova il masso del Monte Grappa con tre nomi e due date: Solferino, 24 giugno 1859, Monte Grappa, Vittorio Veneto, 4 novembre 1918. Ai piedi del monumento è stata posta la terra di Solferino, Cavriana, San Martino e Vittorio Veneto e l’acqua del Piave, con la scritta “terre ed acqua che accolsero il sangue di tutti i Caduti”. «Insieme, amministrazioni e associazione, abbiamo deciso di offrire alle future generazioni tale ricordo con la costruzione del Monumento all’Unità d’Italia» ricordano i Militari in Congedo prima della commemorazione ufficiale affidata alle parole del generale Giorgio Battisti.

Nel pomeriggio si è tenuto un convegno per affrontare i temi della Grande Guerra e del Risorgimento. La giornata di oggi, invece, vede protagonista per tutta la mattinata l’associazione Militari in congedo con una manifestazione a Cavriana. —

LUCA CREMONESI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI