Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Accordo Comune-Lav. Gatti da sterilizzare per chiudere la colonia

È stata firmata una convenzione tra il Comune di San Benedetto Po e la Lav (Lega Antivivisezione) per effettuare nel corso di un anno il maggior numero di sterilizzazioni tra i felini che costituiscono la colonia che si trova in via Bardelle, in un’area in condizioni di degrado

SAN BENEDETTO PO. È stata firmata una convenzione tra il Comune di San Benedetto Po e la Lav (Lega Antivivisezione) per effettuare nel corso di un anno il maggior numero di sterilizzazioni tra i felini che costituiscono la colonia che si trova all’altezza del civico 130 di via Bardelle, in un’area che si trova in condizioni di degrado.

L’aggregazione di gatti si è costituita spontaneamente già da tempo e nel corso del 2017 è stata censita dall’Ats su segnalazione di una volontaria.

«Non si tra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN BENEDETTO PO. È stata firmata una convenzione tra il Comune di San Benedetto Po e la Lav (Lega Antivivisezione) per effettuare nel corso di un anno il maggior numero di sterilizzazioni tra i felini che costituiscono la colonia che si trova all’altezza del civico 130 di via Bardelle, in un’area che si trova in condizioni di degrado.

L’aggregazione di gatti si è costituita spontaneamente già da tempo e nel corso del 2017 è stata censita dall’Ats su segnalazione di una volontaria.

«Non si tratta di creare un gattile né un rifugio – è stato spiegato in sala giunta da Frida Mori, del direttivo Lav, e da Stefano Mondini responsabile locale, assieme ai volontari Claudia, Alice e Loris, che seguiranno il progetto sul territorio – anzi il nostro scopo è di combattere il randagismo, con l’obiettivo di ridurre il numero della colonia fino a portarla ad estinzione, attraverso l’uso della sterilizzazione e l’incentivo all’adozione dei gatti più piccoli. L’azione, inoltre, tende a evitare episodi di intolleranza da parte del vicinato col superamento dei luoghi comuni che accompagnano la presenza di colonie feline sul territorio».

Quello che il Comune di San Benedetto Po si prefigge di raggiungere con questa iniziativa è un impegno che la legge assegna alle amministrazioni comunali, che non sempre riescono a gestire il problema per mancanza di mezzi e di addetti.

Per questo l’amministrazione sambenedettina ha ben accolto il progetto della Lav, che è finanziato dalla stessa associazione per il pagamento degli interventi sia dei veterinari dell’Ats sia di professionisti privati.

«L’opera di queste volontarie – spiega il sindaco Roberto Lasagna – è preziosa per il territorio, perché si ripromette di contenere il randagismo della popolazione felina con un costo zero per le casse comunali. Per questo la nostra amministrazione comunale ha accettato di buon grado il progetto che affida alle “gattare” la gestione della colonia e l’accudimento dei felini».

A livello nazionale i volontari della Lav stanno promuovendo anche l’iniziativa che punta ad agevolazioni fiscali, come la riduzione dell’Iva su cibo e cure per cani e gatti, e detrazioni su spese veterinarie e riduzione del costo dei farmaci. —

Oriana CaleffiI. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.